saremar_2ARTICOLI

I marittimi della SAREMAR vanno verso lo sciopero.

.

MarinaiosAREMARLA MADDALENA – I lavoratori del mare protestano  per gli orari di lavoro sui traghetti nella tratta La Maddalena-Palau. La contestazione è sui  pesanti orari  applicati dalla società nei confronti degli equipaggi. È stata rigettata  la proposta di effettuare 8 corse consecutive, 8,5 ore e 34 manovre senza interruzioni. «Ci è stata presentata poi una nuova proposta con la previsione di allungare di  1 ora un turno di lavoro, giustificandola con l’interruzione di 2 ore, anziché 1, per la consumazione del pranzo. Chiediamo un incontro urgente all’assessore regionale ai Trasporti  per definire gli orari di lavoro e di impiego del personale sulle navi Saremar – annunciano i sindacati – nel frattempo dichiariamo  lo stato di agitazione».

NOTA: Il sindaco Comiti, assieme all’assessore Nicola Gallinaro, oggi  sono andati a Cagliari in Regione per parlare della situazione dei trasporti nell’isola. I due  amministratori sono intenzionati a battere i pugni sul tavolo per cercare  di risolvere la situazione che è davvero tragica, sia per le corse che  sono diminuite ma – soprattutto – per i lavoratori che hanno perso il posto  di lavoro. (Peone)

.

UNA STORIA INFINITA:

da La Nuova Sardegna del 27 luglio 2012:

La Maddalena, la Uil chiede  più traghetti per l’autunno

isgnazio_secciPreoccupato per il futuro della continuità territoriale fra La Maddalena e Palau, il coordinatore della Uil Trasporti, Ignazio Secci ha inviato una lettera al presidente della Regione Ugo Cappellacci,  all’assessore regionale ai Trasporti Christian Solinas, al sindaco Angelo Comiti e al commissario straordinario di Palau Francesco Cicero. Con la missiva il sindacalista chiede un tempestivo intervento per evitare il caos dei trasporti marittimi a partire dal 30 settembre, quandoil numero delle corse si ridurrà drasticamente facendo riprecipitare l’isola nei disagi di qualche mese fa. «Il servizio di  collegamento diurno tra La Maddalena e Palau – scrive Secci – verrà erogato solo fino al 30 settembre lasciando quasi totalmente scoperto il restante periodo dell’anno. Siamo preoccupati anche per i posti di lavori collegati alle corse che  non ci saranno. Gli appelli fino a ora lanciati non hanno trovato riscontro concreto anche se da parte della Regione c’è stato l’impegno verbale ad assicurare i servizi di collegamento tra La Maddalena e Palau per tutto l’anno. Chiediamo quindi un impegno fattivo in questa direzione».

[ca_audio url_mp3=”http://www.guardiavecchia.net/wp-content/uploads/2013/05/trillitrilli.mp3″ url_ogg=”” align=”none”]