santamariaARTICOLI

Si è conclusa l’operazione di pulizia sulle isole di Budelli, Caprera e Santa Maria organizzata dal Parco.

Bonanno-GiuseppeLA MADDALENA – La maxi operazione di pulizia organizzata dal Parco in collaborazione col Comune ha portato alla raccolta di 318 sacchi di spazzatura dalla capienza di 110 litri. Cifre da record raggiunte nel trimestre luglio-agosto e settembre. 35 metri cubi di rifiuti sono stati trasferiti in discarica. Le operazioni di pulizia, avviate il 17 Luglio sulle isole di Budelli e Santa Maria sono proseguita ininterrottamente fino a pochi giorni fa con gli ultimi interventi realizzati sull’isola di Caprera, in particolare all’interno della pineta e nel sottobosco sulla strada che conduce al Compendio garibaldino e alla frazione di Stagnali. La punta massima di raccolta è stata realizzata il 28 Agosto. All’interno del sito della “Conigliera”, sono stati raccolti 21 sacchi di spazzatura. Gli interventi hanno interessato diverse isole dell’arcipelago concentrandosi in particolar modo a Caprera.

Nel corso delle ultime settimane è stato attivato anche il battello spazzamare che proseguirà il lavoro consentendo un più efficace sistema di raccolta e trasferimento della spazzatura dalle isole minori verso l’isola ecologica della Maddalena.

Gli interventi di manutenzione e pulizia di questi mesi, realizzati in collaborazione con l’amministrazione sono frutto di un Protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso Luglio, non possono certamente essere considerati risolutivi del problema ma un supporto all’ente locale che ha la diretta competenza in materia. Agli interventi realizzati grazie al lavoro dei quattro operai assunti dal Parco, va aggiunta la campagna di sensibilizzazione ed educazione ambientale “Operazione Thalassa” e “Il mare non vale una cicca”. IN quell’occasione sono stati raccolti 140 sacchi di spazzatura pari a 15 metri cubi di rifiuti.