G8. Sbloccate le risorse… grazie al PDL?

BANNERexarsenalelavorig8

Il PDL maddalenino ringrazia l’On.le Cirillo… per un atto dovuto.

.

Irene casalloni pdlSOTTOSEGRCIRILLOevidenzaLA MADDALENA – A rivendicarne, dunque, la paternità di questo sblocco – in piena campagna elettorale – sembrerebbe sia proprio il grande Popolo delle Libertà maddalenino, coordinato da Irene Casalloni, con questo comunicato stampa, pubblicato oggi su tutti i siti web maddalenini: “Il Coordinamento Cittadino del Popolo della Libertà esprime vivo apprezzamento per la firma del protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Ambiente, la Regione Sardegna e il Comune di La Maddalena per il completamento delle opere di bonifica dell’ ex arsenale militare. In particolar modo, il Coordinamento ringrazia l’On.le Marco Flavio Cirillo, Sottosegretario all’Ambiente del PDL, che si è impegnato personalmente affinché fosse risolto in modo definitivo il problema relativo alla bonifica dello specchio acqueo antistante l’ex Arsenale Militare.

Vogliamo, altresì, ringraziare il Nostro Presidente Ugo Cappellacci che con il suo forte sostegno ha fatto sì che la Comunità Maddalenina ottenesse questo grande risultato. Tutto ciò dimostra che le sinergie messe in campo e l’impegno possono dare speranza per il rilancio e che la Politica non è soltanto dire ma anche fare – Il Commissario Cittadino per La Maddalena, (F.to) Irene Casalloni”.

ballo 2

Ma… tralasciando l’euforia della campagna elettorale delle banane… non bisogna dimenticare che:

arsenale notte

Assicurare il completamento delle opere di bonifica dello specchio di mare antistante l’ex Arsenale militare di La Maddalena e favorire la valorizzazione del polo nautico e delle altre strutture realizzate nella vecchia zona militare, le cui ricadute produrranno benefici non solo per l’Arcipelago ma anche per l’economia di tutta la Sardegna… (prima che tutto si sbricioli come farina),

…E’ un atto dovuto!

BerlusconiBertolaso_R375Sono ancora questi, purtroppo, gli obiettivi mai raggiunti dalla comunità maddalenina e già programmati a suo tempo dal Governo Prodi, nonché rimodulati più recentemente dal Governo Monti nell’Ordinanza dei Grandi Eventi pubblicata sul sito istituzionale di Palazzo Cigi.

Non dimentichiamo, comunque, che a modificare il corso naturale del Grande Evento G8 2009 a La Maddalena, ci aveva pensato prima il Presidente del Consiglio pro-tempore Silvio Berlusconi (PDL), trasferendo il grande evento a l’Aquila… e la Cricca dlla Ferratella – coordinata dall’ex capo della protezione civile Bertolaso – dopo con il maldestro gelatinoso sistema  posto in essere propio dalla Cricca criccadella Ferratella, ancora oggi oggetto delle note vicende giudiziarie presso i vari Tribunali italiani.

In questi giorni si legge su tutti i quotidiani sardi che vengono finalmente sbloccati i famosi mancati impegni non mantenuti dallo Stato delle Banane (… e si spera una volta per tutte…) con un protocollo d’intesa siglato a Roma tra il Ministero dell’Ambiente, la Regione Sardegna e il comune di La Maddalena. Impegni sin’ora congelati a discapito di tutta la comunità maddalenina.

In una chiara ed evidente ripresa in pool position pre-elettorale, dunque, si legge che l’accordo è stato sottoscritto dal sottosegretario (di turno) Marco Flavio Cirillo (PDL), dal governatore Ugo Cappellacci (PDL – in campagna elettorale) e dal sindaco Angelo Comiti… e si evidenzia con grandi lettere che l’accordo sblocca le risorse economiche – (peraltro rimodulate 2 anni fa dal governo Monti) – necessarie per la ripresa delle opere che dovranno essere completate in 30 mesi.

CAPPELLACCI-MACCHINA-comitiIl Soggetto attuatore dei lavori, anche in questo caso scritto in evidenti lettere grassettate, (ma come peraltro già stabilito dai prcedenti accordi sanciti dalla Protezione Civile e la Regione Sardegna l’anno scorso), è indicato nel Comune di La Maddalena che, con il supporto della stessa Regione, manterrà l’impegno di adeguare il progetto definitivo per la bonifica, recependo le prescrizioni sancite appunto nella Conferenza dei servizi dello scorso 17 aprile.

Il ministero dell’Ambiente, invece, oltre a coofinanziare l’intervento, dovrà assicurare, attraverso l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale), il supporto tecnico per le attività propedeutiche all’approvazione dei progetti.

Insomma, nessuna nuova novità… ma solo il prosieguo di un atto dovuto da parte del Governo in carica.

…E a chi dovremmo ringraziare per tutto questo gran casino?

discarica_ecappellaccievidenza

(Alberto Tinteri)

.

[ti_audio media=”2816″ autoplay=”1″]