La Maddalena. La Rassegna Stampa

lamaddalenapanoramaARTICOLI

Il liceo dice no alla violenza sulle donne.

Area di crisi, boom di richieste d’adesione.

Biblioteca Comunale. Serata dedicata a “Giovanni Biccaccio”

.

.

liceo donneLA MADDALENA – Il 25 novembre alle 18, nelle vie e nelle piazze del centro storico, si svolgerà una manifestazione simbolica, organizzata dagli studenti del Liceo delle Scienze umane, per celebrare la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Ogni anno più di cento donne , mogli o fidanzate, vengono uccise dal loro partner. Quello sulle donne è una violenza spesso taciuta o nascosta, perpetrata in famiglia o subita in situazioni affettive nelle quali il compagno di vita diventa carnefice, assassino o violento. «Un violento non merita il tuo amore, merita una denuncia “ è uno dei tanti slogan che verranno scanditi nelle diverse manifestazioni che in tutti i paesi del mondo saranno organizzate per limitare uno dei drammi più atroci, figlio della nostra società. Per dire basta a questo drammatico aspetto della nostra comunità sociale, gli studenti del Liceo delle scienze umane metteranno in atto una manifestazione simbolica, silenziosa ma efficace allo scopo di contribuire alla diffusione di una cultura diversa sulla donna, sui rapporti familiari e sull’amore di coppia. «Gli schiaffi sono schiaffi, scambiarli per amore può farti molto male» avvertono i ragazzi, invitando chi subisce violenza a prendere coraggio e denunciare chi picchia e poi magari chiede scusa. La Nuova Sardegna

.

Area di Crisi…

tirottoLA MADDALENA – Quasi un centinaio le manifestazioni di interesse presentate da cittadini maddalenini stanno sfruttando i finanziamenti dell’area di crisi. «Si tratta – ha detto l’assessore alla programmazione Chicco Tirotto, ben lieto di aver portato avanti un progetto di questa portata – di 96 manifestazioni, 76 delle quali hanno la copertura finanziaria, estesa, “grazie” all’incremento di ulteriori finanziamenti per la mancata presentazione di sufficienti iniziative in altre aree di crisi».

Tirotto è quindi soddisfatto per la prima risposta arrivata dalla Maddalena. «E’ il frutto di un’opera incessante d’informazione da parte della nostra amministrazione, sia direttamente, sia attraverso l’attivazione di canali ulteriori informativi con il Bic, la Confcommercio e la Cna, che voglio ringraziare per l’impegno profuso».

Cosa succederà ora? «Nei 30 giorni successivi alla pubblicazione dell’elenco delle iniziative prioritarie, dovranno essere attivate le domande secondo i termini previsti dal Bando. Occorrerà dimostrare la concreta fattibilità dell’iniziativa anche da un punto di vista economico. Nello stesso tempo – ricorda Tirotto – è ancora possibile eventualmente ridurre il contributo iniziale anche del 30%, e che la Sfirs ha sottoscritto con tutti gli istituti di credito attivi nelle aree di crisi una convenzione per l’accesso delle piccole e medie imprese al Fondo di Garanzia, al fine di ottenere l’importo necessario alla completa copertura dell’iniziativa, con garanzia per le banche sino all’80% del mutuo erogato».

Per quanto riguarda le iniziative non comprese nell’elenco, quelle non prioritarie Tirotto ricorda che «poiché il caso di Tossilo ha dimostrato una percentuale di “moria” iniziale delle manifestazioni d’interesse per le quali viene data la copertura iniziale, al termine dell’istruttoria delle domande sarà possibile il recupero di quelle non finanziate per adesso. Consiglio di preparare comunque la domanda, senza presentarla, in attesa di verificare il possibile subentro a coloro che non avranno perfezionato l’iter con la domanda vera e propria». La Nuova Sardegna

.

Comune di La Maddalena

GiovanniBoccaccioBiblioteca