Sopralluogo del ministro Lupi nell’Isola

BANNER700_LUPI OLBIA

“Entro 3-4 mesi ripristino strade e ponti”

.

OLBIA – Le risorse per intervenire ci sono ed “entro 3-4 mesi” è ipotizzabile che si possano ripristinare strade e ponti distrutti dall’alluvione. Lo ha detto il ministro per le Infrastrutture, Maurizio Lupi, al termine di un incontro con i sindaci sardi ad Olbia sottolineando che bisogna operare affinché “eventi simili non si ripropongano più”. Non solo. Il Consiglio dei ministri valuterà la possibilità di concedere ai Comuni che hanno già delle risorse aggiuntive la possibilità di derogare al Patto di stabilità. In ogni caso, ha ribadito Lupi, le risorse per intervenire “immediatamente su strade e viadotti in Sardegna sono già disponibili”.

“Dobbiamo smettere di vivere in emergenza” perché “se andiamo avanti così le responsabilità saranno di tutti e gli sconfitti saranno tutti”, ha continuato il ministro, ricordando che nel decreto del Fare, ha stanziato “per la prima volta 1,2 miliardi per la prevenzione. Di questi 300 milioni sono per la manutenzione di ponti e viadotti, 300 per le ferrovie, 500 per le scuole e 100 per la riqualificazione dei piccoli comuni”.

IL MINISTRO: “IMPRESSIONANTE” 

“Quello che è accaduto è una cosa impressionante: si rimane a bocca aperta”, ha detto poi intervenendo all’inaugurazione di uno studentato a Bologna. “Siamo veramente un popolo unito di fronte alle tragedie – ha sottolineato – e questo ci commuove. Dobbiamo assumerci le nostre responsabilità, dobbiamo assolutamente lavorare per la manutenzione del territorio, per quanto mi riguarda di ponti, strade e viadotti: questa è una delle priorità fin dall’insediamento del nostro governo e per questo risorse ne abbiamo stanziate”.

A giudizio di Lupi, giunto a Bologna proprio dalla Sardegna, sull’isola “abbiamo una situazione migliore sulle strade statali, in qualche settimana riusciremo a ripristinarle, mentre sulle provinciali, invece, sono crollati ponti e gallerie: dobbiamo chiedere – ha aggiunto – che l’Anas, anche se non ha la competenza sulle strade provinciali possa intervenire con strumenti rapidi nel giro di poco tempo”. Nel Nuorese, secondo il ministro, occorre intervenire in aiuto ai paesi isolati e occorre far ripartire le attività produttive mentre a Olbia, principalmente, occorre liberare le case e gli alberghi dal fango.

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi ha contattato l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, “sollecitando l’urgenza di interventi sulle tratte interrotte della rete ferroviaria sarda, come segnalatogli durante la riunione con i sindaci”. Il ministro ha contattato Moretti appena atterrato a Bologna in arrivo da Olbia, dove ha incontrato i sindaci dei comuni sardi colpiti dall’alluvione. Il ministro – spiega una nota – ha ricevuto assicurazioni da Moretti, “che si è impegnato per la riapertura della linea Decimomannu-Chilivani in dieci giorni e la linea Olbia-Chilivani in venti giorni”.