Parti. Protocollo da paura

.

Ancora non si è ben compreso di quale sicurezza parla la Regione e lo Stato!

.

LA MADDALENA – È venuta alla luce alle 21.04 di domenica scorsa. Appena venti minuti dopo che la mamma è arrivata d’urgenza a bordo di un’ambulanza all’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia direttamente da La Maddalena.

Carola, una bellissima bimba dai tanti capelli neri, ha rischiato di nascere sul traghetto: “È stata un’esperienza traumatizzanteha raccontato alla stampa la 23enne neomamma Melissa PosadinoSono andata intorno alle 18 al Paolo Merlo per un tracciato di controllo, ma quando mi hanno visitata si sono resi conto che stavo per partorire e mi hanno messa su un’ambulanza per andare a Olbia“.

Il Punto nascita della Maddalena – per Stato e Regione – dopo 47 anni non è più sicuro per gestire le eventuali complicazioni legate al parto e così viene sancito il trasferimento delle partorienti a Olbia – sia in condizioni normali che in urgenza.

Ma tutto è bene ciò che (…ancora una volta) finisce bene.

.

Domanda: E se per caso al Paolo Merlo – nell’Isola di La Maddalena – dovessero presentarsi due urgenze in contemporanea, di cui una un parto, con un solo un anestesista, con quale protocollo di sicurezza si dovrebbe intervenire?

.

.

.

.

.

.

.

Comments are closed.