Perchè il Tunnel

.

Un tunnel tra Palau e La Maddalena…un’idea bizzarra…

.

ROMA – Una strada da percorrere per muoversi tra l’isola maggiore e l’isola minore in maniera veloce e senza difficoltà: a prescindere dalla stagione, dal vento, e dalla forza del mare. Insomma raggiungere La Maddalena diventerebbe come raggiungere un posto qualsiasi sulla terraferma. E’ proprio questo il punto: La Maddalena non e’ un posto qualsiasi e non si trova sulla terraferma.

Fin troppo banale ritenere questo progetto “faraonico” e improbabile per i tempi difficili che stiamo vivendo. Ma superando questo assunto, la pecularieta’ di un luogo come La Maddalena sta proprio nell’essere “isola”.

Quale interesse avrebbe a legarsi per via terrestre oltre a vedersi scippare i servizi pubblici che sono gia’ a rischio?

Legarsi per via terrestre alla Sardegna vorrebbe dire vedersi soffocare da un traffico di auto (soprattutto nei mesi estivi) oltre quello che potrebbe sopportare, e diventare preda di bagnanti e villeggianti “mordi e fuggi” che non aggiungerebbero nulla all’economia dell’isola da un punto di vista economico, come erroneamente si potrebbe pensare.

Perdere la sua pecularieta’ di isola e non guadagnare nulla in cambio sono ottime ragioni per considerare questa idea del tunnel paradossale e inopportuna.

Piuttosto perche’, se ci sono i fondi, non considerare la riqualificazione degli edifici costruiti per un G8 fantasma e che non hanno mai funzionato?

Un polo scientifico dedicato alla biologia marina, allo studio degli ecostistemi, allo studio delle rinnovabili legate alla forza del vento e delle maree…forse questo darebbe lustro all’isola e creerebbe un indotto di alto livello.

Ma questa e’ un’altra storia…    

Giancarlo Orioni

.

.

.

.

.

.

.

.

.

      U Paradiso_Roberto Nastrucci2

Comments are closed.