8 Bandiere blu per La Maddalena

.

Grande conquista per l’Arcipelago

.

ROMA – Sono 38 le bandiere blu assegnate a undici Comuni della Sardegna per il 2017 dalla Foundation for Environmental Education (FEE) in questa 30/a edizione che assegna i riconoscimenti al mare più pulito e alle spiagge da sogno in un’ottica di turismo sostenibile.

A fare la parte del leone è la costa nord orientale dell’Isola, con in testa la Gallura:

  • Santa Teresa di Gallura – Rena Bianca, Rena Ponente (località Capo Testa), Zia Culumba (località Capo Testa, Rena di Levante;
  • Palau – Foce fiume Liscia, Palau Vecchio, Fronte Stagno Saline, Isolotto, l’Isuledda (Porto Pollo), La sciumara;
  • La Maddalenacon Bassa Trinità, Monti D’a Rena, Caprera Due Mari, Tegge, Caprera Relitto, Spalmatore, Porto Lungo;
  • Badesi – Li Mindi/Lu Stangioni, Pirotto Li Frati/Baia delle Mimose, Li Junchi;
  • l’Ogliastra con Tortolì: Lido di Cea, Lido di Orrì (I e II spiaggia), Muxì (Il Golfetto), Orrì Foxilioni, Ponente (nota “La Capannina”), Porto Frailis;
  • nella provincia di Sassari con Porto Ferro e Porto Palmas a Sassari, la spiaggia della Marina, Marina di Sorso (IV e V Pettine) a Sorso e Madonnina/Stella Maris, Sacro Cuore/Ampurias a Castelsardo.
  • A Cagliari con Quartu S. Elena (Poetto, Mari Pintau) e Teulada (Portu Tramatzu, Sabbie Bianche e Tuerredda) e Oristano con Torregrande.

.

Il Comune di La Maddalena conquista 8 bandiere blu:

Sette per le spiagge:

  1. Bassa Trinita
  2. Monti d’a Rena
  3. Tegge
  4. Spalmatore
  5. Porto Massimo
  6. Due Mari
  7. Il Relitto
  8. …e una anche per l’approdo Cala Gavetta.

La Maddalena è stato l’unico Comune della Sardegna, e l’unico in tutta Italia (insieme a Monte Argentario), ad aver ottenuto un così alto numero di bandiere blu.” Ha dichiarato con orgoglio l’assessore al turismo Massimiliano Guccini subito dopo la premiazione a cui ha preso parte avvenuta oggi a Roma.

Il Sindaco Luca Montella, appena informato dell’importante riconoscimento, ha così commentato: “Spero sia di buon auspicio per la stagione estiva appena iniziata. È un riconoscimento all’impegno profuso per garantire servizi turistici nel segno della sostenibilità ambientale.

Ricordiamo infatti che la Bandiera Blu è un premio internazionale che viene assegnato a quelle località turistiche balneari che, oltre a possedere i requisiti relativi alla qualità delle acque di balneazione e alla corretta depurazione delle acque reflue, rispettano i criteri imposti dalla FEE (Foundation for Environmental Education) in merito alla qualità dei servizi offerti: servizio salvamento a mare; pulizia delle spiagge e raccolta differenziata; accessibilità disabili; attività annuali di educazione ambientale; presenza di punti ristoro e servizi igienici; posizionamento di pannelli informativi; azioni di salvaguardia ambientale.

L’amministrazione Comunale maddalena, infine, ringrazia l’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena per il contributo fornito nella realizzazione delle attività di educazione ambientale che hanno rafforzato la candidatura del Comune per l’ottenimento dei premi.

Sono invece nove gli altri Comuni sardi con approdi turistici che potranno fregiarsi delle Bandiere blu consegnate a Roma. Come per le spiagge, il maggior numero di vessilli si trova in Gallura: La Maddalena – Cala Gavetta; Palau – Porto Turistico Comunale di Palau; Olbia – Marina di Portorotondo; Olbia – Marina di Portisco; Arzachena – Porto Cervo Marina; S. Teresa di Gallura – Marina di S. Teresa Gallura. Gli altri tre riconoscimenti rispettivamente in provincia di Cagliari, in Ogliastra e nel Sassarese: Quartu S. Elena – Marina di Capitana; Santa Maria Navarrese – Marina di Santa Maria Navarrese; Castelsardo – Porto turistico.

L’assessore regionale Argiolas, conferma del buon lavoro svolto 

La conferma delle bandiere blu in 11 Comuni rappresenta un risultato che accogliamo con grande soddisfazione e che conferma quanto di buono fatto in Sardegna sotto il profilo dei servizi alla balneazione e della sostenibilità ambientale”. Lo afferma l’assessora del Turismo Barbara Argiolas ,in merito alla consegna dei vessilli avvenuta oggi a Roma con la premiazione di 38 spiagge e nove approdi nell’Isola.

“Il trend di questi anni è positivo – aggiunge – rispetto al 2014, le bandiere blu assegnate alle località costiere sarde sono raddoppiate. In questi ultimi anni, le amministrazioni locali e gli operatori balneari hanno capito che il mare non può essere l’unico valore sul quale puntare per attrarre i turisti e stanno investendo su tutela del paesaggio costiero e dei sistemi dunali, assistenza alla balneazione, vigilanza, accessibilità dei litorali, offerta culturale e attività complementari.

Questa – sostiene l’esponente della Giunta Pigliaru – è la strada da seguire per consolidare il nostro primato come destinazione balneare più desiderata e, in questa direzione, la Regione non farà mancare il suo supporto per migliorare e ampliare l’offerta di servizi nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio“.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

      glory_glory

Comments are closed.