Waterfront. Parte il Bando

.

Si aprono le porte della speranza

.

CAGLIARI – Sarebbe dovuto partire ad “Ottobre…di qualche anno fa” con la famosa Riconversione Epocale della nostra Isola svanita poi nel nulla. Invece, a sorpresa, il tutto è ripartito in questo mese di Maggio. Una notizia certamente piacevole per tutti i maddalenini che ormai avevano perso le speranze.

Certamente, ed è quello che bisogna dire a voce alta, è che il merito di questo progetto lo si deve all’ex Sindaco Angelo Comiti che, per tutta la circostanza – assieme ai suoi concittadini, è sempre stato – ingiustamente – preso in giro da tutti i soggetti istituzionali sovraordinati dell’epoca, con promesse di mari e monti senza poi mantenere la parola data.

Il presidente della Regione Francesco Pigliaru e l’attuale sindaco di La Maddalena Luca Montella, esprimono così viva soddisfazione per l’avvenuta pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del bando per la progettazione del waterfront di La Maddalena. “Riparte il rilancio di un’area di rara bellezza: ciò che era esclusivamente nel potere della Regione e del Comune è stato riattivato e realizzato” – afferma in un comunicato stampa il presidente Francesco Pigliaru, sulla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando per la progettazione del waterfront di La Maddalena. “Finalmente adesso si sblocca un monte rilevante di risorse che era incagliato nel tempo, dopo il fallimento del G8, è viene così riattivato e posto a garanzia della realizzazione di un’opera indispensabile per lo sviluppo dell’arcipelago“.

Il governatore Pigliaru ha ringraziato in modo particolare l’assessore dei Lavori Pubblici Paolo Maninchedda e i dirigenti dell’assessorato “il cui lavoro è stato prezioso e indispensabile per non perdere le risorse e per far partire la gara“.

Soddisfazione anche da parte del sindaco di La Maddalena, Luca Montella: “Questo è l’esempio di come, dopo un duro lavoro di sinergia fra Comune e Regione e i rispettivi apparati, si possano raggiungere dei risultati positivi per la collettività“…

.

.

.

.

.

.

.

.

.

      CASATCHOK

Comments are closed.