Un mare di spazzatura

.

Siamo stanchi di ripetere ogni giorno le stesse cose…

.

LA MADDALENA – Chi si trova in macchina, è ormai costretto a fare lo slalom con i sacchetti dell’immondizia sparsi dappertutto, perché tutte le strade sono ormai piene di spazzatura.

Addirittura, i sacchetti della mondezza volano dai furgoni della Ciclat e nessuno degli operatori si preoccupa di assicurarli al mezzo stesso con l’idonea copertura del cassone.

Dopo le ultime sventolate di questi giorni, poi, la situazione è peggiorata ulteriormente con centinaia di contenitori sistemati fuori dalle porte di casa, che sono rimasti in lunga ed inspiegabile attesa prima di essere ritirati. Trascorso inspiegabilmente lungo tempo – nel rispetto del calendario imposto dalla stessa Ditta e dal Comune – non hanno poi retto alla forza del vento e persino quelli che erano stati assicurati ai cancelli e/o agli ingressi sono stati scaraventati per strada, invadendola di spazzatura di ogni genere.

Al mattino, quindi, moltissimi cittadini non hanno potuto che assistere all’invasione della mondezza dappertutto.

(Nido d’Aquila, questa mattina alle 11)

.

Ma il caso forzato del forte vento, non giustifica il mal servizio che ormai da lungo tempo la Città è costretta a subire… nonostante si pretenda dai cittadini il pagamento della tassa dovuta…

Siamo tornati ai tempi di Sasso Rosso, quando su tutta Maddalena i sacchetti della spazzatura invadevano il centro abitato…

Perché?

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Comments are closed.