Processo G8: Facciamo chiarezza

.

BEFFATI DUE VOLTE. VOGLIO IL RESPONSABILE

.

LA MADDALENA – Passata questa lunga e pesante influenza, oggi, in apertura di consiglio, ho potuto finalmente dire la mia sul processo del G8. Ero l’unico a non aver ancora parlato, quando molti (per lo più senza titolo) si erano sperticati a fare lezioni di diritto, in realtà (more solito) veri e propri attacchi politici ossessivi e compulsivi.
Ho chiesto espressamente al Segretario comunale di far accertare le responsabilità ed il perché chi era stato incaricato di rappresentare gli interessi del Comune non si è presentato al processo, creando un enorme danno a tutti i maddalenini, esponendoci pure ad una pessima figura.

Anche qualcuno della precedente amministrazione si era già lanciato all’attacco. Come al solito troppo in fretta e senza leggere, nè ascoltare, il vero obbiettivo era quello di trasformare la beffa del processo contro la “cricca” in una vera e propria caccia alle streghe.

Se avessi voluto “fare legna” contro la precedente amministrazione, avrei detto che prima dell’insediamento di questa amministrazione (01 giugno 2015), l’avvocato del Comune, scelto da loro, aveva già disertato circa 10 udienze. Sì – come si è potuto verificare solo ora – l’ultima udienza alla quale ha partecipato chi era stato da loro incaricato per rendere giustizia al nostro Comune, risale al 22 dicembre 2014. Il file audio che gira in questi giorni su Facebook, dove si può sentire chiaramente che da diverse udienze il Comune di la Maddalena è assente, risale al 20 aprile 2015, ben prima dell’insediamento dell’attuale amministrazione. Ma non mi interessa attribuire responsabilità a Tizio o Caio, come qualcuno della precedente amministrazione ha tentato di fare con la mia. Mi interessa, invece, tutelare la mia città.

Andremo alla ricerca del responsabile e utilizzeremo tutti gli strumenti a disposizione per ottenere la giustizia che ci spetta.

Luca Montella – Sindaco di La Maddalena

.

.

.

.

.

.

.

.

.