La Maddalena raddoppia i turisti

.

Il Comune incassa 2,285mila € dalle tasse di sbarco e dagli ormeggi

.

LA MADDALENA – Il flusso turistico per La Maddalena (SS) ha avuto un incremento costante su base annua sia nelle prenotazioni che nei pernottamenti. Lo certificano i dati ufficiali pubblicati dalla Provincia di Sassari degli arrivi e delle presenze nel settore alberghiero ed extralberghiero dal 2015 al 2017, che contribuiscono ad un incasso del comune di oltre 2 mln 285mila euro da tasse di sbarco e ormaggi.

L’analisi dei numeri evidenzia anche un consistente incremento del turismo estero con un aumento del 100%. Si passa infatti da 8.237 arrivi del 2015 a 16.174 del 2017. “In linea con questo dato si prende anche atto di una graduale destagionalizzazione essendo i periodi di spalla più graditi a questa tipologia di turisti”, spiega il vice sindaco e Assessore del Turismo del Comune di La Maddalena, Massimiliano Guccini.

Questi dati ci confermano che il nostro Arcipelago è sempre di più la meta preferita per le vacanze sia dai turisti italiani che stranierispiega Guccinise incrociamo questi dati con altri in nostro possesso si può tranquillamente parlare di un vero e proprio boom turistico. Ad esempio: il nostro porticciolo di Cala Gavatta è passato dai 17.800 transiti del 2015 ai 19.000 del 2017, mentre i passaggi sui traghetti, al netto di residenti e pendolari, sono passati dai 392968 del 2015 ai 604925 del 2017. Questi incrementi hanno generato effetti positivi anche per le casse comunali: il porto turistico ha incassato 708.237 euro mentre dal contributo di sbarco sono arrivati 1.577.000 euro, risorse che in gran parte verranno spese per migliorare l’offerta turistica.”

L’obiettivo dell’Amministrazioneconclude Gucciniè quello di fidelizzare sempre più i graditi ospiti che scelgono La Maddalena quale meta delle loro vacanze per far si che ritornino ogni anno. Anche per quest’estate siamo al lavoro per una programmazione di eventi culturali e di spettacolo in grado di soddisfare tutti, ma si punterà anche su sport, natura ed enogastronomia.”

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.