Festa della Marina: La Sardegna è strategica per la sicurezza

.

Oltre 55.000 navi in transito tra la Sardegna e il Maghreb

.

CAGLIARI – La giornata della Marina Militare è stata festeggiata anche a Cagliari nel centenario della “Vittoria di Premuda” della prima guerra mondiale con il ricordo solenne davanti al monumento ai “Caduti del mare”.

Ma il comandante della Base Marittima di Cagliari l’Ammiraglio Enrico Pacioni ha reso anche onore ai cagliaritani, medaglie d’oro al valor militare, al cimitero di Bonaria: il marinaio Antonio Sogliuzzo, il fuochista scelto Giuseppe Corrias e il tenente di vascello Giovanni Garau.

Una giornata che dal 1939 è dedicata a tutti noi che quotidianamente, con rigore, professionalità e senso del sacrificio, operiamo per il bene del Paese e della collettivitàha detto l’Ammiraglio Pacionigarantendo come primaria missione la sicurezza dal mare e sul mare e svolgendo attività umanitarie ed emergenziali, di soccorso e assistenza medico-sanitaria a favore dei meno fortunati“.

Sottolineato poi il ruolo geostrategico della Sardegna, l’ammiraglio Pacioni ha ricordato: “Considerando il transito di oltre 55.000 navi fra le coste dell’Isola ed il Maghreb, diventa fondamentale per il Paese la necessità di garantire la sicurezza del commercio, delle linee di rifornimento, dell’uso legittimo del mare e il rispetto delle regole internazionali“.

Tra il 2017 e il 2018, il Comando di Supporto Logistico della Marina in Sardegna, ha fornito assistenza a 79 unità militari (41 navi italiane e 38 straniere) che hanno sostato per 183 giorni nella base.

I sommozzatori del Nucleo Sdai – (Servizio Difesa Antimezzi Insidiosi) – ha effettuato 72 interventi in mare e acque interne per il recupero e la bonifica di oltre 24.000 ordigni esplosivi di origine bellica e 4.500 proiettili di piccolo calibro.

Le Direzioni Marittime di Cagliari ed Olbia con le loro Capitanerie di porto, da inizio 2017 a oggi hanno salvato 651 persone a seguito di 415 interventi di ricerca e soccorso in mare. Hanno effettuato 156 comunicazioni di notizie di reato, 111 sequestri penali, 194 sequestri amministrativi e ha rilevato 2.320 infrazioni amministrative rilevate. Hanno sequestrato circa 40 tonnellate di prodotti ittici ed emesso 402 sanzioni amministrative per un totale di 826 mila euro nell’ambito della filiera ittica.

In questo momentoha concluso Pacioniabbiamo un’unità in Antipirateria, un’unità nelle Americhe, con precisi obiettivi di naval diplomacy, unità in Mare Sicuro e il comando della Missione Eunavfor Med Operation Sophia con oltre 2.000 uomini e donne in mare e nelle varie centrali operative dei comandi complessi e territoriali oltre a tutti i mezzi e il personale delle Capitaneria di Porto che assicurano giornalmente la sorveglianza delle coste e la sicurezza in mare“.

.

.

.

.

.

.

.

.