Licenziata la Prof che aveva augurato la morte alla Polizia

.

Una curiosità…

.

TORINORicordate l’insegnante che il 22 febbraio scorso aveva inveito contro la Polizia, (facendo il giro su tutte le TV), durante una manifestazione di protesta antifascista contro la convention elettorale del leader di CasaPound Simone Di Stefano a Torino?

Ebbene, l’ufficio scolastico regionale del Piemonte, riunitosi il 7 giugno u.s., l’ha licenziata.

Lavinia Flavia Cassaro era stata filmata e fotografata mentre insultava i poliziotti schierati per impedire contatti tra i gruppi di militanti. Successivamente aveva rimarcato gli insulti rilasciando un’intervista a una troupe di Mediaset.

Matteo Renzi, commentando il filmato, aveva detto che un’insegnate «così andava licenziata».

In sua difesa, invece, il sindacato Cub Scuola che ha detto: «Come si evince dai numerosi video che hanno ripreso i fatti, la polizia usava contro i manifestanti gas lacrimogeni ed idranti, non proprio gradevoli nel freddo inverno di Torino. In un contesto evidentemente turbato, Lavinia Cassaro si scagliava – a parole – contro la Polizia, che, a suo parerema è difficile darle torto – difendeva i fascisti e aggrediva gli antifascisti».

Insomma… alla fine della gloriosa grande impresa: una gran cazzata che le è costata il posto di lavoro!

.

.

.

.

.

.

.

.

.