Barca affondata a Castelsardo. Una tragica fatalità per i due medici morti nell’incidente

.

LA MADDALENAPier Tonio Spanu – dentista di anni 70, sposato con la maddalenina Maria Rosaria Siro – e Giovanni Di Maria, urologo di anni 69 – sono i due medici sassaresi deceduti in mare venerdi scorso dopo aver fatto rifornimento al porto di Castelsardo, poco dopo le 19.30, diretti per una battuta di pesca.

Alle 7 di sabato mattina, un turista di passaggio ha notato la prua della barca affiorare dall’acqua e il corpo senza vita di Pier Tonio Spanu tra gli scogli. Immediatamente l’allarme; sul posto sono interventi i carabinieri, la Guardia Costiera e i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, che hanno recuperato il corpo di Giovanni De Maria all’interno della cabina ormai sommersa.

La barca, dalle notizie rese note, sarebbe finita sugli scogli affioranti nel golfo di Castelsardo, di fronte al villaggio turistico “Rasciada”, come confermerebbe la falla nella parte inferiore della carena, a seguito dell’improvviso malore di Spanu, che avrebbe lasciato la guida del suo semicabinato di sei metri e mezzo a Giovanni Di Maria.

Dall’esame autoptico eseguito sul suo corpo di De Maria, infatti, arriva la conferma del decesso per un colpo alla testa, all’altezza del collo, con la rottura delle vertebre. Un trauma, secondo lo stesso medico legale, compatibile col fatto che la barca, forse proprio per l’inesperienza di quest’ultimo e la concitazione del momento, è finita violentemente sugli scogli affioranti.

Una tragica fatalità: un problema al cuore, il cambio alla guida della barca e l’incidente… Dall’autopsia, eseguita presso l’istituto di Patologia forense dell’Università di Sassari, dal medico legale Salvatore Lorenzoni, emergerebbe infatti che Pier Tonio Spanu abbia avuto un infarto.

.

.

.

.

.

.

.

.