Ricordato il “giorno della Liberazione” dall’ANPI di La Maddalena

.

LA MADDALENA – Giovedi 13 settembre u.s., la Sezione Locale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, rappresentata dal presidente Santo Ugo, a 73 anni di distanza, ha fatto omaggio al Sacrario Militare di La Maddalena depositando un omaggio Floreale ai 28 militari italiani caduti nei combattimenti del 1943 per la liberazione della piazzaforte militare della Maddalena dall’occupazione delle forze tedesche della 90^ divisione Panzergrenadieren, ripiegando in Tunisia.

La breve cerimonia, all’interno della cappella del sacrario militare del civico cimitero di La Maddalena, ha voluto ricordare il valoroso Capitano di vascello Carlo Avegno, fra i caduti di quella eroica giornata. I combattimenti si svilupparono dopo la repentina occupazione da parte delle forze tedesche, in ripiegamento dalla Sardegna verso la Corsica,  sotto il comando del discusso ammiraglio Bruno Brivonesi, che videro la coraggiosa reazione di alcune unità delle forze italiane suddivise fra Marina, Esercito e Carabinieri.

Gli scontri, sotto il coordinamento del capitano di vascello Carlo Avegno unitamente ai fanti del sottotenente di fanteria Rinaldo Veronesi, assieme alla Compagnia Sommergibilisti dislocata nell’Arsenale militare di Moneta, della Marina, videro i militari italiani imbracciare le armi con l’obbiettivo di riprendere possesso dell’Ammiragliato e i gli altri comandi italiani, respingendo con forza le truppe tedesche in fuga.

Il rumore della guerra era cessato, si poteva ricominciare a vivere…

.

.

.

.

.

.

.

.

.

      inno sommergibili