Sul ponte di Caprera è allarme per la ruggine

.

da La Nuova Sardegna
Una segnalazione-denuncia è finita sul tavolo del ministro Toninelli
La struttura era stata rinnovata 10 anni fa con i lavori per il G8 alla Maddalena

.

LA MADDALENA – La ruggine si arrampica sui piloni che sostengono il ponte. Un’aggressione che lascia estese sbavature arancio-marroni, con profonde ferite nei punti più scuri. Le immagini del ponte di Caprera che collega La Maddalena con l’isola di Garibaldi, sono sul tavolo del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Accompagnate da una lettera che porta la firma di Alberto Tinteri, ex sottufficiale della Capitaneria di porto.

Dopo il crollo del ponte di Genova ha deciso di segnalare lo stato di salute dell’opera sul mare al ministero. «Quei fatti mi hanno fatto riflettere – scrive Tinteri al ministro Toninelli – Qualche giorno prima ero passato sotto il ponte di Caprera via mare e avevo notato che la parte sottostante appariva in un evidente stato di precarietà. Ripensando ai fatti di Genova ho deciso di documentare in modo più approfondito. Ho pensato in particolar modo ai tanti pullman carichi di persone che attraversano il ponte per raggiungere Caprera e andare a visitare il museo di Garibaldi».

Tinteri, macchina fotografica al collo, è ritornato sotto il ponte e ha catturato con l’obiettivo ciò che i suoi occhi avevano già visto. Il primo elemento che colpisce sono i piloni che reggono il ponte. «Risultano abbondantemente aggrediti da una notevole ruggine, che ha chiaramente corroso il metallo degli stessi pali reggenti, con palese e presumibile compromissione della staticità della struttura medesima», prosegue Tinteri.

Sotto accusa anche la parte in cemento. «La costruzione a quanto pare si trova in una fase di frantumazione da cui si evidenziano anche cospicue lesioni che anche in questo caso potrebbero compromettere la staticità dello stesso ponte».

Tinteri non si sente un ingegnere strutturista, di quelli che si laureano in meno di un’ora nell’università di Facebook. È solo un cittadino con un forte senso civico. Si rivolge quindi al Comune. «Dall’ente mi è stato comunicato che la segnalazione non rientrava nelle sue competenze dal momento che non aveva in carico la struttura».

Il ponte di Caprera ha una storia recente. La versione attuale è l’opera realizzata ai tempi dell’organizzazione del G8 alla Maddalena. Il ponte ha meno di dieci anni. Ma negli anni, sono certi in tanti, nessuno ha mai visto qualche operaio fare la manutenzione. «Ho quindi girato la mia segnalazione alla Regione». Che in un gioco al rimbalzo ha indicato il Comando del Genio militare come competente. Ma l’ente con le stellette ha rinnegato la paternità del ponte attribuendola alla Capitaneria di Porto. «Non sono competente in materia ingegneristica – conclude Tinteri – non voglio fare nemmeno allarmismi, ma da cittadino ho una normale preoccupazione. Ecco perché chiedo al ministro di intervenire». (Serena Lullia)

La situazione in cui versa questo ponte è molto delicata.Non appena abbiamo ricevuto la segnalazione da Alberto Tinteri a fine Agosto, abbiamo provveduto subito ad effettuare i dovuti controlli con l’Ufficio TecnicoLa Capitaneria di Porto di La Maddalena, comunque, ha richiesto una riunione con l’amministrazione comunale e tutti gli enti interessatifanno sapere dal Comune di La Maddalenache avverrà a breve e che metterà in luce la situazione del ponte e le varie soluzione del caso”.

.

La Lettera al Ministro delle Infrastrutture

.

.

.

.

.

.

.

.