Mizar 3 va sulla Rotta di Colombo con l’equipaggio dell’ADMS

.

LA MADDALENA – Il diabete non può e non deve essere più considerato come una malattia che limita le possibilità lavorative o le attività ricreative. Oggi è possibile, a differenza del passato, la conduzione di una vita quasi normale, permettendo in tutta sicurezza al paziente di dedicarsi ad attività che un tempo venivano proibite proprio per il rischio che si poteva correre. La vela si sposa bene con il diabete ed ecco perché l’Adms, l’Associazione Diabete Mellito e celiachia Sardegna onlus ha deciso di partecipare ad una impresa così complessa, che mette in discussione la capacità di gestione del diabete, ma comunque in estrema sicurezza.

Si tratta della Regata Arc 2018 che da diversi anni unisce più di 200 imbarcazioni e 1200 velisti per un salto di 2700 miglia nautiche, con partenza il 25 novembre p.v. da Las Palmas, Gran Canarie, sino a raggiungere Saint Lucia nella Martinica attraverso l’oceano Atlantico. E’ una iniziativa sportiva a dimensione di tutti: famiglie con bambini, regatanti sfegatati, barche piccole o grandi.

Giunti a Saint Lucia si potrà conclamare la grossa impresa che vede questa piccola imbarcazione attraversare l’oceano.

L’equipaggio della “Mizar 3” – l’imbarcazione dell’ADMS, si sta preparando ormai da mesi a questa esperienza. Assieme allo staff medico si studiano diverse opzioni per poter monitorare e tracciare costantemente ogni variazione dei livelli glicemici, si analizzano i profili psicologici e si preparano i ‘menù’ quotidiani tenendo conto del contesto e delle esigenze dell’equipaggio:

  • Mizar 3
  • Modello: Jeanneau 52
  • Lunghezza: 14 m 98 cm
  • Partenza: 25 novembre 2018
  • Porto: Las Palmas (Canarie)
  • Miglia da percorrere: 2800 (circa)
  • Velocità media: 6 nodi
  • Equipaggio: 8 persone
  • Arrivo: 13-18 Dicembre 2018
  • Porto d’arrivo: Saint Lucia (Caraibi)

Tutti i partecipanti utilizzeranno infusori per l’insulina e un sensore per la misurazione della glicemia in continuo (anche il medico!). I dati saranno poi trasmessi tramite connessione satellitare alla ASL di Olbia per essere analizzati dal personale medico di supporto:

  • Giancarlo Tonolo: Direttore Diabetologia ASL 2 Olbia, equipaggio
  • Alberto Manconi: Dirigente Medico, opererà il supporto telematico a distanza
  • Maria Antonietta Taras: Psicologa Psicoterapeuta, preparerà i profili psicologici
  • Sara Cherchi: Biologa nutrizionista, si preoccuperà di adattare i menù alle esigenze dei T1
  • Tomaso Abeltino: diabete T1 da 20 anni, equipaggio
  • Carlo Ligas: diabete T1 da 5 anni, equipaggio
  • Roberto Ferinaio: diabete T1 da 5 anni, equipaggio
  • Alessandro Marras: diabete T1 da 26 anni, equipaggio
  • Stefano Catte: diabete T1 da 5 anni
  • Marco Isoni: Diabete T1 da 5 anni
  • Gianfranco Udassi: T1 da 31 anni, equipaggio
  • Francesco ‘Ghego’ Da Rios: Armatore e Skipper

L’organizzazione dell’Arc monitorizza l’andamento della regata e giornalmente farà il punto nave di ogni imbarcazione. Sotto l’aspetto della sicurezza, l’imbarcazione può contare dell’aiuto di altre 200 barche che navigano assieme. Il programma prevede la partecipazione di 6 pazienti diabetici tipo 1 in Mdi (terapia multiiniettiva con insulina) o Cssi (utilizzo dei microinfusori di insulina) in discreto compenso metabolico senza complicanze gravi della malattia diabetica, tutti seguiti dal capitano Dottor Tonolo.

La Compagnia di Navigazione Delcomar, di Franco Del Giudice, ha voluto partecipare all’iniziativa donando i giubbotti salvagente per la navigazione a tutto l’equipaggio del Dottor Tonolo.

Per ogni ulteriore informazione si può consultare www.atlant1ca.org

.

.

.

.

.

.

.

.