La Maddalena. Il Comune apre i cantieri… e comincia a spendere i soldi

.

LA MADDALENA – Il bilancio preventivo approvato dal Consiglio comunale entro la fine dell’anno, consentirà all’ente locale una riduzione dei vincoli di spesa, potrà così utilizzare le somme incassate per potenziare i servizi, realizzare gli interventi programmati, congelare le tasse e le tariffe comunali.

Tanti gli interventi che si svilupperanno nel 2019 – così spiega l’assessore delle Finanze, Claudio Tollis:

La tassa sulla spazzatura non aumenterà, anzi la TARI per il secondo anno, sarà ridotta di 500mila euro.

Il milione 800mila euro di introiti stimati dalla tassa di sbarco 2019, saranno impiegati in:

  • 60mila euro per la pulizia delle spiagge;
  • 12 mila euro per le attrezzare per la dog beach a Caprera;
  • 50mila per la rimozione della posidonia;
  • 180mila per manifestazioni turistiche di promozione del territorio;
  • 80mila nella cura e manutenzione del verde;
  • 80mila in contributi per manifestazioni culturali e turistiche.

Macontinua l’assessore Tolliscontinueranno anche gli interventi stradali con la bitumazione delle carreggiate, la sistemazione di nuovi polmoni verdi, la creazione di una pista ciclabile e di 2 nuove rotonde per mettere in sicurezza snodi cruciali della viabilità interna.

Inoltre: sono previsti interventi per la portualità, le bonifiche, il completamento delle strutture sportive, le palestre, l’acquisto di due nuove scuolabus. Insomma, tutto quanto programmato e già avviato in questo scorcio di fine 2018 è stata fatto con grande dispendio di energie e di risorse».

Nuovo passo in avanti – parrebbe – anche per il completamento degli interventi nel porto di Cala Balbiano. È stata infatti pubblicata la gara di appalto del progetto da 320mila euro.

Oltre al completamento degli impianti idrici ed elettrici con l’installazione di apposite colonnine, sono previste anche la realizzazione dell’impianto di illuminazione e la sistemazione dell’area esterna di via Giulio Cesare e verrà riqualificata, attraverso una serie di interventi finalizzati a rendere decorosa e fruibile, la passeggiata lungo il porto.

È inoltre previsto il posizionamento di un pontile galleggiante nel lato est della cala, degli scogli affioranti. Le buste con le offerte saranno aperte il prossimo 4 febbraio 2019.

Dopo la realizzazione di queste opere, l’amministrazione comunale provvederà a far partire i lavori per la riapertura delle visuali panoramiche sempre da via Giulio Cesare.

.

Anche Viabilità e Sicurezza Stradale, nel mirino dell’Amministrazione Montella

Nel frattempo, fa sapere il Vicesindaco Massimiliano Guccini, con un investimento di 350.000 euro l’Amministrazione interviene anche su due importanti incroci stradali della Città: Via Trinita e Moneta.

Guccini, infatti, afferma che l’operazione riguarda due appalti differenti già banditi sul portale informatico SardegnaCat.

A questo proposito, il consigliere alla viabilità Gianni Nieddu – che ha portato avanti il progetto e ha seguito tutta l’operazione – esprime grande soddisfazione nel presentare i progetti delle due rotatorie cittadine che andranno a modificare e migliorare la viabilità in due ambiti strategici.

Per quanto riguarda la rotatoria di Via Trinitadice Niedduabbiamo tenuto in considerazione gli aspetti legati soprattutto alla sicurezza degli studenti che frequentano il Liceo”, “mentre per quanto riguarda Moneta, oltre alla sicurezza dei pedoni e del traffico in generale, si è tenuto conto anche dell’aspetto estetico dell’area che, grazie alle isole di traffico con prato inglese qualificheranno l’area in positivo.”

Queste due rotatorie seguono a quella già realizzata nel lungomare di Via Ammiraglio Mirabello per anni lasciata in totale abbandono.

Il Consigliere Gianni Nieddu, sottolinea – infine – l’importante lavoro svolto e l’impegno profuso dal dirigente comunale architetto Marco Dessole e dai suoi collaboratori e ringrazia il Sindaco e i suoi colleghi di maggioranza per la collaborazione e il supporto.

Ma bisogna registrare ancora una nota stonata… – (speriamo solo per il momento), ed è quella sull’utilizzo dei fondi regionali per abbattere i costi di trasporto per i non residenti che, a quanto pare, si è nuovamente arrenata per inspiegabili motivi tecnici: «Delcomar non ha colpe – afferma Gianfranco Atzeni responsabile della gestione amministrativa della stessa Compagnia di Navigazione – non sono mai stati attivati i sistemi informatici da parte della ditta incaricata dal Comune e quindi non si possono ancora utilizzare questi strumenti per identificare e registrare i beneficiari delle agevolazioni…»

Di contro, anche la società che gestisce la stazione marittima di Palau, Consorzio sviluppo turistico srl, incaricata dal Comune il 3 dicembre u.s. per l’installazione dei Totem informatici per la rilevazione dei passeggeri non residenti, ribadisce “di aver dato disponibilità al Comune della Maddalena al posizionamento di questi strumenti, ma a tutt’oggi lo stesso Comune non ha fatto sapere nulla...”

.

.

.

.

.

.

.

.

.