Palau. Stazione Marittima chiusa alla 20.30, tutti fuori al freddo e al gelo.

.

LA MADDALENA – L’orario è tassativo: “dal 1 novembre 2018 alle 20,30 di tutti i giorni la stazione marittima di Palau chiude” e quindi tutti fuori. Poco importa se fuori piove o fa freddo e, a quanto pare, poco importa all’amministrazione comunale di Palau, perché questo non è un problema che infastidisce la cittadina.

Continuano a pervenire numerose lamentele da parte dei pendolari ed altri che la sera – in presenza delle basse temperature e alle piogge – si trovano costretti a stare fuori all’addiaccio di quella stazione marittima, tassativamente chiusa dopo le 20.30.

Un disservizio che francamente stona parecchio per l’immagine di Palau ma che, soprattutto, penalizza i tanti isolani di rientro nelle proprie case dopo giornate di lavoro.

Chi deve prendere il traghetto per raggiungere La Maddalena o il pullman non ha grandi scelte davanti a sé: è costretto ad aspettare all’esterno dell’edificio subendo disagi notevoli.

A che serve una Stazione Marittima di questo tipo?

Certo meglio non va a chi dalla Maddalena deve raggiungere Palau: oltre alla mancanza della normale illuminazione portuale che ormai da lunghi mesi costringe al buio tutta Gala Gavetta e gran parte della zona portuale, qui non esiste neanche una stazione marittima o almeno un punto di appoggio per i passeggeri in transito. L’unico riparo dal freddo e dalla pioggia è la tettoia davanti alle biglietterie della Delcomar o qualche Bar della zona. Nessun punto di informazione per chi scende dal traghetto, nessun info point, nulla di nulla se non le fatiscenti biglietterie dei traghetti i cui dipendenti devono lavorare all’interno con gli ombrelli aperti.

Ma anche questo è un argomento che, purtroppo, segnaliamo di continuo e che ancora, però, non ha trovato la (semplice) soluzione da parte di chi dovrebbe preoccuparsene…

.

.

.

.

.

.

.