Punti Nascita. La Ministra Grillo: “Sappiate che la Regione non ha mai presentato la richiesta di deroga”

.

INCREDIBILE:
l’Assessore Luigi Arru, ha avuto il coraggio di ricandidarsi alle prossime elezioni Regionali…

ROMA(ansa) – “La Regione Sardegna spende quasi 4 miliardi di euro in sanità rispetto a una popolazione di 1,6 milioni di abitanti: questo vuol dire che si spende male“. Lo ha detto la ministra della Salute, Giulia Grillo. “Bisogna quindi capire gli errori fatti a livello di programmazione e gestione che hanno portato a non avere risultati in termini di salute“.

Per esempio, ha spiegato l’esponente del M5S, “dai dati relativi al 2016 emerge che i livelli essenziali di assistenza della Sardegna non sono stati soddisfatti, soprattutto a livello di prevenzione, assistenza ad anziani e posti letto per lungodegenza e riabilitazione“.

E sulla polemica per i punti nascita, Grillo ha chiarito: “Rispetto ai cinque punti nascita sub standardLa Maddalena, Alghero, Sirai Carbonia, Nostra Signora Mercede di Lanusei, Bonaria di San Gavinola Regione Sardegna non ha mai chiesto parere di deroga al Comitato punti nascita nazionale. Non so se qui è stato riferito perché puntualmente viene detto che è il ministro che vuole chiudere, ma sappiate che la Regione non ha mai presentato richiesta di deroga. Una volta chiesta – ha spiegato la ministra – il Comitato tecnico può avviare un’interlocuzione con la Regione e prescrivere una serie di azioni con le quali arrivare al punto di tenere aperto quel determinato punto nascita. In altre regioni è accaduto“.

.

.

.

.

.

.

.

.

.