Elezioni Regionali 2019. L’amara analisi del Comandante Bruno Useli

.

LA MADDALENADa inguaribile ottimista quale sono, ho sperato Fino all’ultimo momento che fra le foto dei 60 nuovi eletti al Consiglio Regionale della Sardegna, pubblicate oggi su La Nuova Sardegna, vi fosse anche quella di un nostro rappresentante locale, non importa di quale Partito o Gruppo Politico militasse.

Purtroppo, invece, ancora una volta, sono prevalse in maniera chiara ed inequivocabile le invidie personali, le gelosie, i dispetti e le maldicenze; insomma il solito gioco al massacro, confermando di fatto, l’incapacità di noi isolani di dimostrare di essere una Comunità vera e unita… cosa intelligente.

Questo è il nostro famoso DNA ISOLANO: cioè quello di chi si taglia la cedda per fare un dispetto… consentendo così – o addirittura favorendo – con i nostri voti, peraltro assolutamente legittimi, possibilità vitali a chi vive altrove.

L’elezione in Regione dei candidati di S.Teresa o di Olbia, etc… etc, certamente non avranno come priorità la soluzione dei molteplici gravi e ben noti problemi che affliggono la nostra Città.

Carissimi concittadini, ancora una volta, lo ripeto, abbiamo perso l’occasione di essere rappresentati in Regione da un nostro concittadino. E tutti noi, nessuno escluso, siamo responsabili di questo danno.

Concludo, ma mi domando: Per quanto tempo ancora dovranno prevalere invidia ed egoismo senza una logica e senza buon senso?

Come dobbiamo fare per trovare l’Amore – con “A” maiuscola – per questa nostra bella, unica e amata città?

Forza Ilva! – (Bruno USELI – Cittadino maddalenino)

.

.

.

.

.

.

.

(Sottofondo: “U Paradisu” di Roberto Nastrucci)

      U Paradiso_Roberto Nastrucci2