Elezioni Europee, trionfa la Lega. I risultati

.

LA MADDALENA – La Lega vola – raggiunge il 34,3 per cento – e il Pd sorpassa i 5Stelle, crollati al 17,1 per cento. Questi i verdetti che arrivano dallo spoglio definitivo dei voti delle elezioni europee. Un risultato che potrebbe far tremare il governo. Perché è quasi rovesciato il rapporto di forza tra i due alleati, rispetto alle Politiche del 4 marzo.

Anche se Matteo Salvini, in una conferenza stampa in cui parla con il rosario in mano, dice: “Non regoliamo i conti, non chiediamo poltrone, il contratto di governo non cambia“.

Forza Italia è all’8,8 per cento (alle Politiche era al 14), quindi resta lontana dalla soglia psicologica del 10 per cento che l’avrebbe forse tenuta al riparo da turbolenze interne e tentativi di fuga.

Netta la crescita di Fratelli d’Italia, al 6,5 per cento.

Il Partito Democratico ottiene il 22,7 per cento (contro il 18,8 delle Politiche e il clamoroso 40,8 delle Europee). Ma soprattutto incassa il sorpasso sui 5Stelle.

Il Movimento 5 Stelle è al 17,1 per cento. Praticamente dimezzato il 32,7 delle Politiche, ma netto il calo anche rispetto al 21,2 delle ultime Europee.

Questi sono i partiti che avranno seggi nel futuro Europarlamento.

.

Anche in Sardegna la Lega è il primo partito, ma le distanze con Movimento 5 stelle e Pd sono più ravvicinate.

Il partito di Salvini conquista l’isola con il 27,5%, seguito dal M5s con il 25,7% e dal Partito Democratico che si attesta al 24,2%.

Staccati Forza Italia (7,8%) e Fratelli d’Italia, al 6,2%.

La Sinistra ottiene il 2,1%, Più Europa 2,09%, Europa Verde 1,6%, Partito Comunista 0.8%.

L’affluenza è stata del 36,2%, in calo rispetto al 2014 (42%).

Per la Lega in Sardegna si tratta di un vero e proprio exploit: cinque anni fa prese l’1,4% e alle recenti regionali – vinte dal centrodestra – ha ottenuto l’11,4%, risultato considerato positivo per una regione come la Sardegna ma che adesso, a tre mesi di distanza, è addirittura più che raddoppiato, sicuramente anche grazie ai voti degli alleati nell’isola, come il Partito Sardo d’Azione che alle Europee non aveva una propria lista.

.

E anche a La Maddalena, Salvini fa il botto:

.

.

.

.

.

.

.