10 giugno. La Festa della Marina Militare

.

LA MADDALENA – La Marina Militare costituisce una delle quattro forze armate della Repubblica Italiana, insieme a Esercito Italiano, Aeronautica Militare e Arma dei Carabinieri: ad essa sono affidati il controllo e la condotta delle operazioni navali nelle acque territoriali ed internazionali.

La Marina Militare italiana nacque il 17 novembre 1860 con l’unificazione della Marina del Regno di Sardegna con le marine del Regno Delle due Sicilie, toscana e pontificia e successivamente assunse la denominazione di “Regia Marina” il 17 marzo 1861, a seguito della proclamazione del Regno d’Italia da parte del parlamento di Torino.

La Bandiera d’Arma della Marina venne concessa alle forze da sbarco della Regia Marina, con regio decreto nº 708 del 12 maggio 1939. Al termine della seconda guerra mondiale, la bandiera cambiò denominazione in “Bandiera d’Arma della Marina Militare”. Attualmente è in consegna allo Stato Maggiore della Marina ed è custodita presso l’installazione Santa Rosa di Roma, sede del Comando in capo della squadra navale (CINCNAV).

La Bandiera ha ricevuto diverse decorazioni. Tra di esse spiccano le due medaglie d’oro al valor militare conferite al Corpo da sbarco della Regia Marina per l’occupazione della Tripolitania e Cirenaica nel 1911 e alla Regia Marina per il contributo dato durante la seconda guerra mondiale.

La Festa della Marina Militare è stata formalmente istituita il 13 marzo 1939, ma il giorno in cui si celebra tale ricorrenza è il 10 giugno, in ricordo dell’impresa di Premuda, uno degli episodi più gloriosi della Prima Guerra Mondiale: l’affondamento – da parte dei MAS italiani, della corazzata “Santo Stefano” , l’Ammiraglia della Marina austro-ungarica che, al centro di una poderosa formazione navale partita dal porto di Pola, stava dirigendo verso Otranto per attaccare e distruggere lo sbarramento che dall’inizio della guerra bloccava il Mar Adriatico, impedendo ogni iniziativa bellica esterna.

I protagonisti di quella vicenda ricevettero la Medaglia d’Oro al Valor Militare, e Rizzo venne anche insignito del titolo nobiliare di Conte di Premuda. Luigi Rizzo, infatti, non era nuovo a imprese ardite.

Già il 10 Dicembre 1917, con i Mas 9 e 13, era penetrato di notte nella baia di Trieste e aveva silurato la corazzata Wien, per cui aveva ottenuto la sua prima Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Il MAS 15 di Luigi Rizzo è oggi custodito nel Sacrario delle Bandiere presso il Vittoriano a Roma.

.

.

.

.

.

.

      La-Ritirata1