La crisi di Governo si allarga anche alla Città di La Maddalena

.

Cronaca della vera Crisi…

LA MADDALENA – Prima dei grillini oggi è stato il turno del Carroccio. Matteo Salvini ha visto Mattarella e ha ribadito che per lui la “strada maestra sono le elezioni… con Francesco Vittiello sindaco di La Maddalena”. Ma al tempo stesso, come già fatto negli ultimi giorni, ha insistito nel tenere aperta la porta agli agitatissimi comunisti maddalenini.

In giornata sono saliti al Quirinale anche le delegazioni di Fratelli d’Italia e Forza Italia. L’esito è stato poco sorprendente: Giorgia Meloni ha annunciato un accordo già fatto con la Lega per correre insieme alle elezioni, accettando anche la candidatura di Francesco Vittiello a sindaco dell’Isola Sarda – (“E uniti vinceremo”… assicura).

Silvio Berlusconi, invece, ha allargato il concetto, perché “occorre costituire in Parlamento una maggioranza di centrodestra che corrisponda alla politica proposta da Francesco Vittiello a La Maddalena. Qualora non fosse possibile, la strada maestra è una sola: Vittiello Sindaco di La Maddalena!

Quindi, la crisi di Governo – aperta da Salvini e Vittiello – si allarga alla Città di La Maddalena  che, a quanto pare, la sua amministrazione non è più in grado di far raccogliere la spazzatura in Città dalla Società in House creata dal suo acerrimo nemico Gianluca Cataldi.

I numeri per la nuova maggioranza, quella che potrebbe sostenere un governo quasi-rosso (ma che ora sembra un po’ più lontana), ci sarebbe e sarebbe anche abbastanza solida:

  • Mauro Bittu,
  • Pierfranco Zanchetta,
  • Andrea Columbano,
  • Fabio Lai

…e, dietro le quinte pronti a muovere, anche Nicola Gallinaro e Massimiliano Marras, tutti sostenuti dai celeberrimi professori Luca Ronchi e Michele Esposito dell’Ente Parco del Soviet Supremo.

Non sono così sicuroha detto Fabio Lai –  che si vada a un nuovo governo e a un nuovo sindaco a La Maddalena, io lo auspicherei anche perché sono tra quelli che in tempi non sospetti, quando ancora Montella era innamorato di me, avevo detto che con i Comunisti maddalenini bisognava anche parlare; però penso che ci siano anche serie possibilità di andare a votare: non è facile trovare l’accordo per sostenere Francesco Vittiello alla poltrona di Sindaco.”

Più sento parlare Francesco Vittiello e più avverto quel solito senso di spocchia e di superiorità che mal sopportoha risposto subito il sindaco Montella Sa sempre tutto lui: ora dobbiamo cambiare, dobbiamo fare quello che vi diciamo noi e vedrete che alla fine entrerete nel club dei buoni e dei bravi; una cerchia ristretta di disperati… Quindi, quando dice che noi abbiamo creato povertà e distrutto il ceto medio, non scherza. Parla così solo perché si è gasato con le felpe di Salvini alle ultime elezioni e quindi vuole mettere il culo in questa poltrona, ma non ha una minima idea di cosa fare. Io non ci credo, è semplicemente un fanfarone… sia chiaro”.

Siamo a favore del taglio delle erbacce e della costruzione di nuove aree verdidice Annalisa Gulinoma chiediamo che la maxi aiuola dell’Isuleddu sia inserita in una agenda complessiva e che tenga conto dei lavori già iniziati davanti alle Scuole CEMM e a Moneta, che garantisca rappresentanza democratica e ambientale a tutto il territorio maddalenino”.

Bisogna evitareha concluso Emilia Malleoil tentativo maldestro di far candidare Francesco Vittiello a sindaco di questa Città... non capisce un c…”

Aver scoperchiato il vasoha risposto Francesco Vittiello a tutti gli attacchi ricevutiè stato utile per capire. E malgrado gli insulti di quel coglione di Tinteri, vado avanti lo stesso: succeda quel che succeda con o senza Marco Tedde e il Beato Fratello Tommaso”.

.

La Proposta della Lega…

.

Ora… la palla rimane in mano al Presidente della Repubblica.

.

.

.

.

.

.

(Satira Politica)