La Delcomar replica al Sindaco Montella e all’Assessore Cataldi sugli sconti a favore dei non residenti

.

LA MADDALENA – Di seguito la replica della Compagnia Delcomar, alle dichiarazioni congiunte del Sindaco Luca Montella e dell’Assessore Gianluca Cataldi, in merito alla vicenda “Sconti per non residente”:

Se già era apparsa singolare la chiamata in causa del sindaco che, nel suo intervento sulla stampa locale, aveva maldestramente tentato di trasferire alla Delcomar la propria responsabilità di aver privato la collettività maddalenina, per due anni consecutivi, dei fondi messi a disposizione dalla regione, ancor più singolare appare oggi lo stupore del primo cittadino –  e del suo delegato ai trasporti – per i chiarimenti che, nostro malgrado, abbiamo dovuto nuovamente pubblicare per riportare la penosa questione dentro i confini della verità. Senza, volerla certamente mistificare e badando bene di non entrare in competizione con chi ha da tempo manifestato le proprie elevate capacità e attitudini in materia di mistificazione.

Lungi da noi entrare nell’agone politico; ci occupiamo d’impresa, di trasporti marittimi e lo facciamo con ottimi risultati, viste le altissime percentuali di servizio garantito nell’ultimo ventennio. Auspichiamo, anzi, che altrettanti soddisfacenti obbiettivi possano essere raggiunti anche dall’amministrazione comunale nell’interesse della collettività che, in tal caso, non avrà alcuna difficoltà a confermare la fiducia riposta nei suoi rappresentanti anche nelle prossime elezioni amministrative.

Nel merito della questione, ahinoi, siamo costretti a dover rettificare le numerose inesattezze – che imputiamo in buona fede alla cattiva memoria – emerse da quest’ultimo ennesimo intervento. I citati “dubbi sulla potenziale violazione delle norme europee sugli aiuti di stato, fin da subito palesati dall’Amministrazione comunale”, non sono mai stati confermati dalla nostra società. Diversamente, nell’incontro tecnico in questione, abbiamo reso note le nostre perplessità proprio riguardo tali dubbi, sollevati, appunto, dall’amministrazione comunale e consigliando, nell’occasione, di seguire il percorso giuridico-amministrativo già intrapreso dal comune di Carloforte. L’ente tabarchino, infatti, ha sempre impiegato correttamente i fondi regionali stipulando apposite convenzioni con la nostra compagnia.

Proprio a seguito di quell’incontro anche il comune di La Maddalena – cambiando appunto parere rispetto al passato – decise di stipulare, seppure ormai in grande ritardo, una convenzione che sottoscrivemmo solo in data 21 novembre 2018.

Iniziò, però, contestualmente, il calvario dei così detti supporti informatici che l’amministrazione comunale ritenne necessari per l’attivazione della promozione, ma che non rese mai operativi. Supporti acquistati dal comune e consegnati alle biglietterie senza credenziali di accesso e senza il previsto indottrinamento del nostro personale per il loro utilizzo. Purtroppo delle telefonate fatte per tentare di avere le tanto sospirate credenziali di accesso al sistema non è rimasta traccia, ma almeno le note inviate successivamente al comune sono conservate e le mettiamo a disposizione dei lettori. La prima è del giorno 10.12.2018; ancora in tempo utile, quindi, per rimediare parzialmente al problema e rendere efficace la promozione almeno durante il periodo più importante: quello delle festività natalizie. Ma nulla, non arrivò alcuna risposta. Neppure alla seconda nota con la quale comunicavamo l’impossibilità di attuare la convenzione, considerato il tempo infruttuosamente trascorso e oramai scaduto.

Mai nessuna comunicazione, quindi, dopo la stipula della convenzione, né alcuna messa in mora per eventuali nostre inadempienze, ovviamente.

Il comune di Carloforte anche quest’anno – come nel 2017 e nel 2018 – ci ha già contattato per la stipula della convenzione e siamo pronti a rinnovare la nostra disponibilità per l’applicazione delle agevolazioni. Vorremmo farlo anche a La Maddalena, prima o poi, e vedere anche i maddalenini godere di questa grande opportunità. Attendiamo fiduciosi.”

Gian Franco Atzeni – Compagnia Delcomar

.

.

.

.

.

.