Calangianus, intossicata dai funghi velenosi. Salvata in Ospedale a Tempio

.

TEMPIO – Il fatto è accaduto ieri, quando una signora di Calangianus ha pranzato con i funghi trifolati. Ignara sulla conoscenza dei funghi, è incappata nel famoso falso prataiolo, “l’Agaricus Xanthodermus“, che un conoscente aveva raccolto nelle campagne del paese e deciso di regalare alla famiglia della sfortunata donna.

Immediatamente dopo averli ingeriti, la sfortunata signora si è subito sentita male, con vomiti e forti dolori addominali. Portata al “Paolo Dettori” di Tempio, i sanitari l’hanno sottoposta alle terapie del caso dopo che i micologi della ASSL ne hanno riconosciuto i sintomi.

Dopo alcune ore in osservazione, la paziente è stata ristabilizzata ed ha così potuto fare rientro nella propria abitazione.

La Ats Assl di Olbia ricorda a tutti che è sempre bene rivolgersi al servizio offerto gratuitamente dall’Ispettorato micologico, dove gli esperti sono a disposizione per classificare e fare una cernita esatta dei funghi.

.

.

.

.

.

.