Momentaneamente chiusa la struttura di Accoglienza Suor Nicoli a Due Strade

.

LA MADDALENA – “Tutti noirendono noti i sacerdoti di La Maddalena, (Don Abdrea Domansky, Don Davide Mela e Don Domenico Degortes), con un comunicato pubblicato sul Bollettino Interparrocchialenonostante tutta la nostra buona volontà, siamo dispiaciuti di aver dovuto prendere questa decisione; sono state informate qualche giorno prima, le autorità civili, con le quali si sta lavorando per trovare delle soluzioni affinché la Casa possa essere riaperta il prima possibile.”

Così a partire da lunedi 11 novembre u.s. la Casa di Accoglienza Suor Nicoli di Due Strade, è stata momentaneamente chiusa per problemi gestionali e amministrativi. Il Comune di La Maddalena, in questo caso, dovrà quindi trovare i fondi necessari per riattivare questo importante servizio.

La Casa di Accoglienza Suor Nicoli, peraltro – (n.d.r. così come impone la legge…), necessita anche della presenza di personale addetto alla vigilanza e alla sua gestione giornaliera, che comporta ovviamente costi non indifferenti.

Qualche giorno fa, lo ricordiamo, un ospite della stessa struttura, per cause ancora sconosciute, è caduto dal balcone facendo un volo di circa 4/5 metri. Soccorso prontamente dal 118, era stato trasportato all’Ospedale cittadino dove gli sono state riscontrate alcune fratture alle gambe, ma senza ulteriori gravi conseguenza.

Nata nel 2009, per volontà di Don Domenico Degortes – l’allora parroco di La Maddalena – la Casa di Accoglienza era stata aperta e programmata per accogliere persone bisognose che avrebbero potuto alloggiare per un massimo di due mesi, ma con il tempo, invece, molte di queste persone hanno risieduto per vari anni.

.

.

.

.

.