Il Parco di La Maddalena non riesce a spendere 80mila euro e i fondi vengono dirottati all’Asinara

.

LA MADDALENA – Ancora ritardi all’Ente Parco di La Maddalena. Il Comune – incartato dalla burocrazia degli Uomini Verdi Isolani – ancora attende inspiegabilmente la risposta sulle osservazioni avanzate dallo stesso Ente sul Piano d’Utilizzo dei Litorali, inviategli più di un mese fa, in base agli accordi presi…

Questa volta, invece, si parla di fondi persi.

L’Ente Parco di La Maddalena, entro i termini previsti, non è riuscito a spendere 80mila euro dei rimanenti fondi assegnati per il progetto “Gestione Integrata delle Reti Ecologiche Attraverso i Parchi e le Aree Marine” – (Girepan).

Si parla di risorse gestite dalla Regione Sardegna, nell’ambito di una assegnazione europea a sedici soggetti partner, divisi tra la Corsica e la Liguria, e che ora sono stati dirottati all’Ente Parco dell’Asinara.

Girepam, è il progetto che si occupa della tutela della natura e delle politiche forestali, in capo all’assessorato all’Ambiente della Regione Sardegna, che lavora con gli altri soggetti coinvolti nella sfida comune, ossia quella di migliorare e innovare la governance e la gestione delle aree marine costiere da parte di Regioni ed Enti gestori di aree protette nell’ambito di un insieme dei territori, per contribuire ad arrestare la perdita di biodiversità e il degrado dei servizi ecosistemici e aderire ad una prospettiva europea di sviluppo economico “green & blue”.

I fondi dirottati da La Maddalena al Parco dell’Asinara, serviranno quindi per realizzare ulteriori obiettivi, come mappare e valutare i servizi eco sistemici e attuare sistemi di contabilità ambientale. Ma anche in questo caso, i soldi dovranno essere spesi in fretta.

.

.

.