Lastre pericolosamente divelte ed estetica cittadina abbandonata e trascurata

.

LA MADDALENA – Siamo giunti al 2020… e a 6 mesi dalla scadenza dell’attuale Amministrazione Montella, nonostante le numerose lamentele inascoltate e protratte nel tempo, continuano giornalmente a pervenire segnalazione di molti cittadini che a causa delle lastre sconnesse lungo il basolato del centro storico, inciampano rovinosamente procurandosi anche danni fisici.

Lastre che, segnala ripetutamente Liberissimo.net di Antonello Sagheddu, non riescono più ad aderire alla pavimentazione per l’eveidente mancata manutenzione e che si scollano dal terreno generando dislivelli di enorme pericolosità, sia per i pedoni che per i motocicli in transito.

Ma osservando anche il senso estetico e di bellezza della nostra Città, lamentano i consiglieri del Gruppo di minoranza “Il Vento che Cambia”, non si possono trascurare i tanti lavori di riparazione purtroppo mal realizzati lungo tutto il Centro Storico, frequentato spesso dai nostri turisti che storcono il naso.

Per esempio:

Questo è un lavoro eseguito a Cala Gavetta, di cui il Consigliere Gaetano Pedroni, che ci ripropone e che ne aveva già parlato in precedenza a seguito della segnalazione di alcuni cittadini indignati, dice:

Ora è chiaro a tutti, che questo è un lavoro mal realizzato e che nessuno di noi accetterebbe se fosse eseguito a casa propria – evidenzia Gaetano Pedroni – E allora mi domando: Ma è mai possibile che con tutte le lastre in granito avanzate dallo smantellamento di basolati e depositate presso il sito dell’acquedotto, non si sia pensato di ripristinare questo lavoro con quel senso estetico che occorre avere almeno a Cala Gavetta?Non è difficile, non è impossibileconclude Pedroni…eppure oggi è così – NON VA BENE.

.

.

.