Atroce crudeltà su tre cuccioli appena nati. “Chiusi in una busta e gettati nel fiume”

.

LA MADDALENA – Tre cagnolini, strappati alla mamma sono stati chiusi in una busta di plastica e sono stati gettati nel fiume. E’ accaduto a Olbia.

Dove è finita la compassione?”. È la domanda che si sono posti i responsabili dell’associazione Lida di Olbia, che ha preso in carico tre cagnolini, abbandonati poco dopo essere venuti al mondo, nella maniera più crudele possibile.

Una coppia li vicino ha visto la macchina, una Panda, ma purtroppo non sono riusciti a leggere la targa. Li hanno subito recuperati e portati da noi al rifugio, sono arrivati in stato precomatoso, zuppi d’acqua e gelati. Li abbiamo scaldati e fortunatamente si sono salvati; è stato fatto l’impossibile“.

Un’altra vicenda-choc, che ha suscitato rabbia e indignazione sui social.

Le parole per condannare questi gesti non esistono: solo una grande inciviltà!” – conclude Lida, che lancia un appello alle istituzioni: “Che brutta pubblicità per la nostra meravigliosa terra, ci auguriamo che la Regione attui norme forti per contrastare il randagismo e la barbarie“.

.

.

.