Ponte di Caprera. 11 anni senza manutenzioni e la ruggine avanza

.

LA MADDALENA – Le ditte incaricate dalla Unità di Missione della Protezione Civile Nazionale, in occasione del G8, lo avevano terminato nel mese di aprile 2009, senza mai indicarne l’Ente proprietario.

Dopo circa 9 anni, nel mese di Agosto del 2018, veniva inviata una segnalazione al Comune di La Maddalena, alla Regione e al Ministro dei Trasporti(vedi), evidenziando che la ruggine si arrampicava sui piloni che sostengono il ponte. Un’aggressione, con foto documentate, che lasciava estese sbavature arancio-marroni, con profonde ferite nei punti più scuri, generando serie preoccupazioni.

Si ribadisce che le immagini del ponte di Caprera, giunte sul tavolo del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, erano corredate da un ben chiaro servizio fotografico.

Ma ad oggi, dal Ministero dei Trasporti nessuna risposta è mai stata resa nota.

Solamente il Comune di La Maddalena aveva comunicato che non intendeva prenderselo a carico per gli eccessivi costi di manutenzione.

Non appena abbiamo ricevuto la segnalazione a fine Agosto 2018, abbiamo provveduto subito ad effettuare i dovuti controlli con l’Ufficio Tecnico – avevano fatto sapere dal Comune – La Capitaneria di Porto di La Maddalena, comunque, ha richiesto una riunione con l’amministrazione comunale e tutti gli enti interessati, che metterà in luce la situazione del ponte e le varie soluzione del caso”.

Le segnalazioni sulle condizioni apparentemente precarie della struttura, vennero così discusse in varie riunioni, tra Regione, Comune, Capitaneria e Genio Militare, per stabilirne anche la competenza di chi avrebbe dovuto prendere in carico il Ponte ma, a tutt’oggi, le condizioni del Ponte di Caprera – strada sovrastante compresa – (già segnalata) – continuano a rimanere le stesse senza alcun intervento manutentivo da parte di chi – (? non si sa) – dovrebbe intervenire.

.

.

.