L’opposizione chiede le dimissioni di Nieddu (Lega): “Gestione lacunosa della crisi, serve un commissario”

.

CAGLIARI – Progressisti, LeU e Movimento Cinquestelle chiedono la nomina di un Commissario per l’emergenza Covid-19 e la sostituzione dell’assessore alla Sanità Mario Nieddu (Lega), il Pd propone invece la costituzione di un organismo composto da un epidemiologo, un virologo e un esperto di medicina di emergenza e delle catastrofi. Ma non le dimissioni del responsabile della Sanità.

D’altra parte, fanno presente i consiglieri DEM sardi in una nota, “abbiamo preso atto della nomina a Commissario straordinario per l’emergenza Covid 19 del dg della protezione civile, Antonio Pasquale Belloi“.

Una soluzione, comunque, “inadeguata“. Quella del coordinamento di figure di alto livello “appare la più appropriata a colmare le gravi lacune sin qui evidenziate nella gestione che vedono la nostra regione al primo posto per contagi all’interno delle strutture ospedaliere di personale medico ed infermieristico“.

Progressisti, Leu ed M5s, nonostante la delega a Belloi, insistono sulla necessità di “un commissario che affianchi la Regione in questa fase, una persona d’esperienza che sia in grado di colmare le lacune organizzative e operative emerse sino ad ora. Troppi temi cruciali emergono differenze sostanziali tra la verità raccontata dalla Giunta regionale e quella vissuta all’interno degli ospedali e nei territori: la distribuzione dei dispositivi di protezione individuale, l’andamento delle analisi sui tamponi, le misure di protezione civile e persino il numero quotidiano dei contagiati appare gestito in maniera poco trasparente“. (L’Unione Sarda)

.

.

.