Coronavirus. Bisogna restare a casa senza fare troppe chiacchiere…

.

LA MADDALENA – Il famigerato Covid-19, così come ci stanno spiegando tutti i giorni, …sino alla nausea, attraverso le TV nazionali i più autorevoli esperti in materia, è uno di quegli eventi epocali di enorme gravità che ha stravolto le nostre vite e, a quanto pare, sembrerebbe anche destinato a lasciare un grosso segno nel resto del mondo.

Ma questo lo sappiamo tutti. (Sembrerebbe).

Il Covid-19, purtroppo, è stato un evento inatteso che ci ha colto tutti di sorpresa. Anche i migliori scienziati… e i migliori giornalisti del Web.

Detto ciò, vorrei commentare – con una critica personale – quell’articolo apparso oggi sul sito “Piazza Gallura” a firma della rispettabilissima Signora Enza Plotino.

E rivolgendomi direttamente a lei, Signora Plotino, mi domando:

Ma come si possono scrivere certe cose?… soprattutto affermando cha “La Maddalena, (essendo) un’isola libera dal contagio (è) bloccata dall’inadeguatezza degli amministratori”. (—>Vedi).

Poi, però, ci si soffermaparando il culo” all’opposizione locale – (di tendenza sinistroide) – che ha lamentato l’arrivo il loco di un certo politico regionale presente ad una riunione in Comune, col rischio addirittura di contagiare la popolazione…

Sembra proprio che in questo suo articolo del problema in se, Coronavirus, poco importa.

E quindi le chiedo ancora: Ma cosa ci sta raccontando Signora Plotino?… Parliamo dell’emergenza Coronavirus o vogliamo sostenere una certa politica di suo comodo?

Mi verrebbe da definire questo suo articolo come “un fumetto a colori… rossi”, e mi da la netta impressione che lo stesso sia alquanto fazioso e pretestuoso, tendente quindi alla solita propaganda di partito, evidentemente mascherata dalla disgrazia Coronavirus.

Ebbene… ma nel rimanere all’inadeguatezza da lei segnalata – a carico dell’attuale amministrazione comunale – ma io aggiungo a “tutta la pubblica amministrazione” – mi piacerebbe evidenziarle che, proprio in questa circostanza, nessuno dei nostri amministratori locali abbia ancora mostrato la propria bacchetta magica, anche perchè si sta cercando di fare quello che dice lo Stato e la Regione…

L’effetto sorpresa dell’inaspettato Covid-19, pare ancora, ha certamente trovato tutti impreparati e disarmati, anche gli altri massimi livelli di ogni luogo:

  • Impreparati perché nessuno immaginava mai ad un evento così tremendo e devastante;
  • Disarmati, perché la nostra Sanità è stata decimata – guarda caso – da quella politica, a cui lei pare ci tenga tanto, della “sinistra scellerata” che ha governato sino ad oggi, e che ancora sta governando, e che in tutti questi anni non ha fatto altro che massacrare, a suon di spregiudicati tagli, tutto il nostro sistema sanitario nazionale.

La Maddalena, quindi, è stata la prima a soccombere sotto i colpi di questi criminali… ma no ora, già da molto tempo.

Cara signora Plotino, mi permetto di rinfrescarle la memoria, e vorrei ricordarle ancora che ogni governo (di sinistra) che si è succeduto dal 2011 in poi, ha contribuito ad accelerare il declino della nostra sanità proprio per rimettere in ordine i conti pubblici. E il punto di partenza risale all’esecutivo guidato da Mario Monti. I provvedimenti annunciati come “razionalizzazione della spesa pubblica” in realtà si sono rivelati in ben altro: anziché eliminare gli sprechi senza diminuire i servizi, questa politica ha avuto l’effetto contrario (devastante), partendo proprio con il c.d. Salva Italia, seguito poi dalla distruttiva Spending review del 2012.

Uno dei punti cruciali di questi assurdi provvedimenti, riguarda proprio il taglio dei posti letto negli Ospedali, i quali dovevano passare da un massimo di 4 per ogni mille abitanti a un massimo di 3,7. Ma per la cronaca, ebbene che lei ricordi, si è trattato di uno 0,3% che ha “pesato” fino a 20mila posti in meno. E allo stesso modo il tasso di ospedalizzazione, cioè il numero di ricoveri medio annuale per 100mila abitanti, fu abbassato da 180 a 160 e così via a diminuire.

I più bravi, poi, sono stati i governi di Letta, Renzi e Gentiloni tutti compagnoni di sinistra – che si sono guardati bene di introdurre una seria inversione di tendenza per risollevare le sorti del nostro sistema sanitario.

Durante il governo di Renzi, addirittura, con la legge di Stabilità 2015, il capo del governo chiese alle Regioni 4 miliardi di contributo alle casse statali e le Regioni, in primis la nostra Sardegna di Pigliaru e Arru, che non sapendo da dove prendere i denari, che cosa hanno fatto? Hanno deciso di rinunciare all’aumento di due miliardi di trasferimenti per le spese sanitarie… che, ovviamente, lo stesso Renzi ha accolto con gran compiacimento: massacrando evidentemente tutta la nostra sanità isolana.

Ma l’ultima stangata, senza volerla annoiare troppo, arriva proprio dal governo Conte con l’introduzione di Quota 100, senza tenere conto della grave carenza di personale della Sanità, generando così una seria compromissione dell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza.

Concludendo le chiedo: ma lei pensa che in questa situazione difficile ed esasperante a qualcuno possa interessare se un politico regionale sia venuto, nei giorni scorsi a La Maddalena, con una pretestuosa e mal supposta accusa di rischio di contagio per gli isolani?

No, cara Signora Plotino… non interessa a nessuno!Alla gente interessa solamente poter mangiare tutti giorni!

Termino… l’unica inadeguatezza che si può attribuire a questa Amministrazione – (…ma anche se ci fosse stata lei come sindaco…) – è una sola: (come tutte le altre amministrazioni locali), ha le mani e i piedi legati dalle tante leggi fatte a ….. di cane dal Centrosinistra delle proibizioni.

Cordialmente.

Alberto Tinteri – Guardiavecchia.net

.

.

.