Zì Lallena e il nuovo Virus-Ziniculà-21… del Marchese

.

Mio nipote è nella Protezione Civile: è sempre in giro come l’aria mala, lui ne sa. L’altro giorno è venuto in casa a portarmi una mascherina di nascosto, recuperata di straforo, e allora gli ho chiesto:

  • Spiegami un po di questo colonnavirusu?
  • Ma quando finisce questo bastardo?
  • E cosa sta succedendo?

Cara Zì Lallena – (mi ha risposto bello arzillo mio nipote) – l’altro giorno sono andato a una riunione in Comune… sai quelle riunione che fa sempre il sindaco in caso di emergenza… e ci ha detto che questo bastardo di virusu si trasmette anche dagli animali all’uomo e che, così come gli hanno detto i cinesi di Villa Bianca, entro poco tempo ne sta per arrivare uno nuovo, che lo hanno già chiamato il Ziniculà-21… che è peggio di questo bastardo.

Il sindaco, nel suo bel discorso, ci ha pure detto che la Regione gli sta già mandando qualche pacco di mascherine ffp3 di scorta, recuperate a buon prezzo in Cina da quelli della Ricciolina… prima che aumentino ancora i prezzi e prima che qualcuno se le arrubi.

Dopo che ci ha spiegato di questo nuovo Ziniculà-21, ci ha poi detto di cominciare a chiedere i soldi in giro per comprare un apparecchio da mettere dentro un’ambulanza o dentro il furgoncino del Comune, per andare porta a porta e fare le analisi a tutti.

Ma i soldi ancora non ci sono… sono rimasti solo 600mila euro per aiutare i commercianti di Maddalena… però l’assessore alle finanze Tollis, dopo aver ascoltato il consigliere Pedroni in Consiglio Comunale… ha detto che non bastano.

Intanto lui ha già parlato con la Regione per riaprire l’ex Ospedale Militare dove fare le analisi e ricoverare i malati, tanto quello ormai è finito nel dimenticatoio di tutti. Ma però, il sindaco stava pure pensando al problema dei soliti fintosi maddalenini, perché quelli arrivano a ciuppate, tremando e tossendo, per farsi poi un mese gratis a spese del Comune.

Il sindaco, ha poi detto di cominciare ad organizzarci in squadre assieme ai Barracelli, perché si dovrà cercare di riscuotere la tassa di sbarco davanti ai traghetti… e nella autocertificazione – che lui ha preparato, ci saranno scritte solo poche domande:

  • Chi sei?
  • Dove vai?
  • Cosa porti?

Noi, dopo che la gente ha firmato questo documento, dobbiamo scrivergli sopra: “2 euro e cinquanta”… e così possiamo incassare direttamente i soldi sul posto. La regola, ha precisato sempre il sindaco… molto incazzato, vale anche per i residenti che viaggiano. Lui ha detto: io non guardo in faccia nessuno… e voi non fetivi frigà!

Il sindaco, adesso, sta firmando anche un’ordinanza per vietare la vendita di fagioli, perché i dottori di Maddalena gli hanno detto che “lo scorreggio” è contagioso. Allora, nell’ordinanza c’è scritto pure di tenere obbligatoriamente aperte le finestre di casa – giorno e notte. Manderà in giro a controllare i Barracelli.

E se la gente non esegue i suoi ordini, sequestrerà le case e manderà tutti a Moneta in ricovero, dove il Parroco – già d’accordo con lui –  ha fatto togliere tutte le finestre dalla camere.

Da ieri… ha cominciato a prendere i primi provvedimenti: al cimitero ha fatto aprire i cancelli, ma ha detto che possono entrare dentro solo 20 persone all’ora… quindi tutti dovranno correre a più non posso senza fermarsi un attimo e se i guardiani – col contachilometri in mano – incocciano qualcuno a una velocità ridotta, gli fanno subito la multa e lo buttano fuori a colpi di bastone.

Il sindaco, poi – ha anche detto che non si può andare per mare, perché i Ziniculà sono già ammalati e pultroppo hanno già contagiato anche i Magrò e tutti quelli del Parco; lui ha chiesto alla Capitaneria di fermare tutte le barche che girano senza permesso comunale: Se uno vuole andare a pescare, può prendere solo zerri… perchè se poi li fa siccà, si possono usare anche come mascherine. Figuriamoci noi, in piena emergenza… che risparmio!

Caprera, pultroppo, continuerà a rimanere chiusa… altrimenti si ammalano anche i cinghiali e tutti quelli di Casa Garibaldi… poveretti.

Pensa… che per paura di contagiarsi, i Consigli Comunali non si fanno più in Comune ma col telefonino… E’ vero che spesso casca la linea… ma quando parla iddu il segnale, fortunatamente, è sempre a bomba e tutti sono in sicurezza… anche se poi non riescono a parlare…

Insomma, questo sindaco è veramente un grande… l’ha studiata bene: adesso costringerà la gente a non uscire di casa neanche per andare a fare la spesa; Basterà telefonare in comune e i Vigili con i Barracelli ti portano loro quello che vuoi comprare… sono già d’accordo con tutti i supermercati: prendi uno e paghi 2.

Guarda, Zia Lallena, (ha concluso mio nipote contento…) un sindaco così ghi vulia proprio…poveretto, lavora come un mulo… però non fa altro che tranquillizzare tutti.

Morale della favola: Lui è Lui… e sa comandare… meglio che fottere!

Zì Lallena…la ciattulona

.

.

.

      Te c'hanno mai