Firmato dal Presidente Mattarella il “Decreto Rilancio”

.

ROMA – Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto-Legge 19 maggio 2020, n. 34 recante “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19“.

Il presidente Sergio Mattarella ha firmato il decreto Rilancio. Il provvedimento è stato pubblicato in nottata in Gazzetta Ufficiale. A una settimana dall’ok del Cdm il governo è riuscito a chiudere e a “bollinare” la maxi-manovra da 55 miliardi con i nuovi aiuti a famiglie e imprese e le risorse, assicura in tv il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, saranno “subito disponibili, per gli autonomi il bonus arriverà al massimo in 2-3 giorni“.

Il provvedimento è formato da 266 articoli, contiene tra l’altro “il bonus babysitter o per i centri estivi” fino a 1200 euro, che si potrà chiedere “da domani“, ma anche un ventaglio di nuovi interventi per le imprese, come gli aiuti a fondo perduto che non si rivolgeranno solo ad autonomi e professionisti (fino a 1000 euro nella terza tranche) ma anche alle piccole imprese fino a 5 milioni di fatturato:

  • Le piccole imprese avranno più tempo per rimborsare il prestito garantito dallo Stato
  • Colmato il “buco” normativo sullo stop ai licenziamenti

Ora la parola passerà alle Camere che avranno a disposizione una dote di circa 800 milioni per le modifiche: di sicuro si tornerà sul tema delle scuole paritarie, per le quali, secondo il ministro Elena Bonetti, Gualtieri aveva preso un impegno fino a 120 milioni. Ma anche sulla questione dei professionisti che già lamentano l’esclusione dai contributi a fondo perduto previsti per le imprese.

.

.

.