Oggi sarebbe finito il mandato. Le promesse non mantenute

.

“Pronti a collaborare per la fase 2 ma senza rinunciare alle
osservazioni politiche: Ci troviamo ad un Caporetto”

LA MADDALENA“Non abbiamo assolutamente intenzione di farci trascinare nel vortice della polemica o nel ring delle aggressioni verbali tipica di alcuni amministratori ma non siamo disposti a rinunciare al nostro ruolo e diritto di tirare le somme. Se il livello di preparazione, visione politica, conoscenza ed intelligenza è così alto, come si cerca forzatamente di evidenziare con ostentata sicumera in ogni momento ed in ogni modo, sarebbe interessate capire come mai a maggio 2020, esattamente alla fine ordinaria del mandato, non è stata portata a termine nessuna delle promesse fatte?

Tralasciando le aiuole e le strade su cui riconosciamo il positivo risultato, ma che riteniamo ordinaria amministrazione dovuta ai cittadini che pagano le tasse, non è sfuggito a nessuno, ma giova ricordarlo, che in un intero mandato di 5 lunghi anni “oggi scaduto” è stato fatto scadere:

  • un PUC da 250.000€…
  • non è stato approvato il PUL…
  • il Club Med non è mai partito…
  • del Water front non è stato messo neanche un mattone…
  • Cala Balbiano non è stata ultimata…
  • il Mercato civico è ancora un cantiere aperto…
  • la Pista ciclabile non è mai partita nonostante le promesse…
  • delle Navi da Crociera previste nel programma elettorale neanche l’ombra…
  • i rapporti con il Parco nonostante gli annunci sono stati pessimi addirittura è stato presentato un ricorso sulle nomine dichiarato infondato dal Presidente della Repubblica…
  • la Smart City promessa è una chimera…
  • il Parco giochi per i bambini continua a rimanere chiuso…
  • la Stazione marittima (se così possiamo definirla) è un rudere in mezzo al porto.

È veramente paradossale che da un lato ci siano alcuni amministratori che si autodefiniscono grandi governanti fra i più preparati di sempre e dall’altro non corrispondano risultati “straordinari” per il paese. Considerata l’esaltazione esagerata di sé, dei propri meriti e del proprio operato ci saremmo aspettati minimo il rispetto dei punti del programma elettorale.”

Le Minoranze Consiliari del Comune di La Maddalena

(Pedroni, Zanchetta, Carola, Greco, Bittu e Lai)

.

.

.