Sanità. Niente guardie turistiche a La Maddalena, Porto Cervo, Porto Rotondo e San Teodoro

.

Meloni (Pd): «L’ennesima beffa per la Gallura arriva sulle guardie mediche turistiche»

.

CAGLIARI – «Da notizie in mio possesso il servizio delle guardie mediche turistiche, oltreché previsto solo a partire dal 15 luglio e quindi con grave ritardo, non sarà operativo per questa stagione estiva in quattro località turistiche tra le più rinomate della Sardegna e del mondo intero, quali La Maddalena, Porto Cervo, Porto Rotondo e San Teodoro.»

A dichiararlo è il consigliere regionale del Partito democratico, Giuseppe Meloni, che ha presentato un’interrogazione urgente in consiglio regionale, affermando: «Questa è l’ennesima beffa operata in danno del territorio gallurese da parte di un’amministrazione regionale che si è ricordata della Gallura unicamente quando si è trattato di denigrare i predecessori, effondere promesse e raccogliere per questo un vastissimo consenso tra gli elettori del nord est della Sardegna».

«In queste ore – ha concluso Giuseppe Meloni sto depositando un’interrogazione urgente in consiglio regionale nella quale chiedo al presidente della regione e all’assessore della sanità di riferire rispetto ai gravi ritardi con i quali la regione ha attivato, nonostante la tempestiva richiesta giunta in tal senso da parte della Assl di Olbia, la procedura di reclutamento del personale per le guardie mediche turistiche e quali siano i rimedi che si intendono apporre – (ammesso che la situazione non sia irreversibile per questa stagione stiva) – con la dovuta massima urgenza

.

.

.