Elezioni Comunale 2020. Tutti in pole position blindata

.

 a quanto pare…

.

LA MADDALENA – E’ certo che Luca Montella non scenderà in campo per proporre la sua ricandidatura. Ma dalla sua attuale squadra di governo, come si dice in giro, scenderà in campo Claudio Tollis, a cui si uniranno – quasi sicuramente, – Analisa Gulino, Adriano Greco, Alberto Mureddu e Maria Pia Zonca…. con altri compagni di cordata che stanno definendo in queste ore le modalità di candidatura. Il tutto, sembrerebbe, sotto la super visione dello stesso Luca Montella.

Grande lavoro, sempre riservato, anche per il centrosinistra che vedrebbe l’ex Onorevole Pierfranco Zanchetta impegnato ad organizzare una squadra proposta dal PD locale per scendere in campo.

Rimane sempre in piede la volontà di Gaetano Pedroni, di voler rinvigorire la sua squadra da portare alle urne.

Sempre più lontana, invece, è la proposta di Francesco Vittiello di presentarsi con una lista tutta “Lega”, perché dovrà ancora sciogliere alcuni nodi con i suoi alleati spigolosi di Forza Italia e Fratelli d’Italia. Ma da quanto si è potuto apprendere, Francesco Vittiello – in alternativa – sarebbe comunque pronto a presentarsi alle stesse elezioni con una propria lista civica.

Sembrerebbero più frequenti anche numerosi incontri di ex politici (dimenticati),  imprenditori, pubblici dipendenti, pensionati e personaggi vari aspiranti al trono patriarcale che intenderebbero (ri)presentarsi con una lista civica, per il momento, a scatola chiusa.

Poi c’è Fabio Lai, sponsorizzato dal patron della Delcomar Franco Del Giudice… e del medico Vincenzo Bifulco – di recente in pensione – che vorrebbe, principalmente, concentrare la sua strategia politica sulla disastrata sanità locale da salvare…

Infine, non si sente molto la presenza di quelli del Tunnel ritenuti da molti cittadini poco interessanti.

Sorprendentemente, però, considerando l’attuale mercato politico in gioco (sempre che sia questo…), molti cittadini preferirebbero la candidatura dei Beati Fratelli… coordinati dall’Ingegner Giancarlo Fastame…

P.S. – Da non dimenticare, comunque, che l’attuale gestione politica regionale verte sull’area di centro-destra… e quindi – per opportunità strategica – si dovrebbe evitare di tornare ai tempi di Angioletto Comiti che ha dovuto non poco battagliare con la Regione di Ugo Cappellacci… che ci ha lasciato in mutande.

.

.

.