Alan Kurdi ancora in navigazione verso Olbia

.

Così ha deciso il Ministro dell’Interno

.

OLBIA – E’ in arrivo al porto di Olbia la nave Alan Kurdi – della Ong tedesca Sea EyeSembrano – con a bordo 125 migranti recuperati a largo della Libia nei giorni scorsi. La nave sarà ormeggiata nel molo Cocciani del porto industriale di Olbia .

Partita ieri intorno alle 18.30 di ieri dal porto di Arbatax, avrebbe dovuto impiegare 12 ore per raggiungere lo scalo gallurese, ma al momento la nave è ancora lontana dalla rada.

Sul posto sono già presenti le forze dell’ordine che dovranno supportare la Protezione civile nelle operazioni di tamponamento, screening e identificazione dei migranti, partiti dalla Libia e da giorni in cerca di un porto sicuro, con Germania, Francia, Malta e Italia che si rimbalzavano la responsabilità della loro gestione.

Da quanto è reso noto sinora, i passeggeri dell’Alan Kurdi saranno smistati in diverse strutture tra la provincia di Sassari e il resto della Sardegna per il periodo di quarantena sanitaria.

Proprio a Olbia, da qualche giorno, tutti i vigili urbani e il personale della Protezione civile, circa 80 persone, sono in quarantena domiciliare dopo che un agente della stessa Polizia locale è risultato positivo al coronavirus. Per questo motivo è possibile che in queste ore venga chiamato in servizio al porto di Olbia , dal Prefetto di Sassari, personale di altri Comuni limitrofi. 

.

.

.