L’Alan Kurdi arriva ad Olbia, e la Regione blocca i tamponi. Il Prefetto precetta l’ATS

.

OLBIA – L’Alan Kurdi è arrivata a Olbia. Sono in corso le operazioni di sbarco dei 125 migranti presenti a bordo, ma solo una delle persone salvate dalla Ong tedesca Sea-Eye è sbarcata e ha lasciato il molo Cocciani a bordo di una ambulanza.

Stando alle notizie, ci sarebbe in atto un braccio di ferro tra la Regione sarda e la Prefettura di Sassari. L’autorità sanitaria regionale ha posto una serie di questioni sull’effettuazione dei test diagnostici Covid-19, in quanto non è stata pre-avvertita dell’arrivo della Alan Kurdi a Olbia e della necessità di attivare la macchina organizzativa per i tamponi. A quanto pare, il prefetto di Sassari, Maria Luisa D’Alessandro, avrebbe precettato il personale dell’Ats per i test diagnostici, nel frattempo, sulla banchina sono state montate delle tende ma il forte vento e la pioggia battente stanno complicando le operazioni.

Olbia, tra l’altro, non dispone di personale della Polizia locale e della Protezione civile per le misure anti-Covid adottate dopo la positività di un agente.

.

.

.