Atti vandalici e maleducazione a La Maddalena

.

Comunicato Stampa

.

LA MADDALENA – L’Isola continua a vivere nell’inciviltà di alcuni i quali credono, per esempio, che buttare un sacchetto per terra sia normale, mentre invece sono solo dei maleducati, vili e incivili.

Anche oggi ci troviamo a scrivere qualcosa di non positivo riguardo la nostra Isola, e non è possibile continuare così, siamo nel 2020 e non riusciamo a trovare chi nella notte imbratta i muri o lascia le bottiglie di qualsiasi tipo di bevanda alcolica per la strada.

Diventano del tutto inutile le belle parole, belle idee, gruppi come quello diretto dall’amico Antonello Sagheddu che ripuliscono l’isola, o la Società in House “Maddalena ambiente” che continua a svolgere il suo lavoro, ma tutto ciò purtroppo non basta!

Ciò che si chiederà alla nuova giunta, oltre che alla Prefettura, più uomini per la nostra caserma dei Carabinieri, servirà anche più videosorveglianza per controllare sia il centro ma, soprattutto, la periferia, quella più massacrata dagli abbandoni selvaggi.

Se nei loro programmi elettorali i suddetti candidati, hanno voglia di far ripartire La Maddalena come un piccolo paradiso, devono prima trovare piccoli ma importanti soluzioni pratiche, (come per esempio mettendo i cestini nel territorio per la raccolta dei rifiuti e dei bisogni dei cani), non si possono vedere mascherine, preservativi, buste, attaccati agli alberi o ben nascosti assieme ai calcinacci.

Tutto ciò è vero! Per il comune potrebbe esser una spesa molto alta, ma è anche vero che una volta beccato il colpevole, (oltre alla denuncia penale), che vengano applicate anche le salate sanzioni amministrative… e poi – a quel punto – non si venga a dire o criticare che chi amministra o chi controlla è cattivo: sta solo facendo il proprio lavoro.

Noi rimaniamo speranzosi affinché nel 2021 tutto possa cambiare, o che si inizi a vedere un piccolo cambiamento in alcune delle cose più importanti.

Anche noi abbiamo deciso di dedicarci all’ambiente e non solo ai problemi annosi della nostra sanità.

A proposito di Sanità, ricordiamo a tutti i cittadini che fanno parte del gruppo e non, che l’assessore Nieddu ad oggi dopo 33 giorni non ha risposto né alla missiva inviata tramite raccomandata A/R né alle varie mail da noi correttamente trasmesse.

Infine, con il nostro sentito pensiero – a nome di tutto il Comitato in difesa dei Diritti per i cittadini, porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia dell’amica Maria Pia Zonca, cara amica di tutti nella vita, a volte avversaria politica, ma sempre nel rispetto e le educazione che pochi possono vantare.

Nella speranza che Lei ora sia in un Mondo Migliore… a cantare e sorridere come solo Lei sapeva fare.

Comitato in difesa dei Diritti per i cittadini

(Antonio GARAU)

.

.

.