Il Comitato per la Difesa dei diritti dei cittadini di La Maddalena, scrive al Ministro Speranza

.

Comunicato Stampa

.

LA MADDALENA – Il comitato per la difesa dei diritti dei cittadini – La Maddalena, dopo aver scritto all’assessore alla sanità Mario Nieddu, e all’ing. Paolo Tauro, oggi continua il lavoro scrivendo al ministro Speranza.

“Ormai non c’è più tempo da perdere, visto che la Regione nella figura dell’assessore, ma anche del suo governatore, continuano imperterriti a fregarsene dei problemi dell’isola sopratutto quelli sanitari, cercheremo di avere risposte certe e verità dal ministro, che ad oggi anche tramite mail si è sempre mostrato disponibile.

L’isola non può più permettersi di vivere nella paura di esser in mano ad un elisoccorso, di dover andare ad Olbia per una semplice tac perché la nostra stra vecchia funziona quando le pare, e dulcis in fundo, l’ecografo bloccato per mancanza di carta fotografica, ormai penso che abbiamo toccato il fondo, l’assessore deve intervenire così come tutti gli affetti sistemati nei vari posti di comando, che ad oggi ed è visibile a tutti se ne sono fregati.

Altro problema che da anni affligge l’isola,e non inerente alla sanità, è quello di esser comandati o guidati in alcuni enti da gente catapultata da Cagliari, senza nessuna conoscenza del nostro territorio e dei nostri problemi, bisogna smetterla e su questo le colpe le hanno anche i nostri politici cittadini che accettano questo modus operandi, bisogna unirsi a prescindere dai colori e spezzare questa abitudine, che anno dopo anno continua ad affossare la nostra isola.

Noi come al solito, abbiamo usato l’educazione e la trattativa, nessuna offesa e nessuna critica, ma solo delle domande a cui non si riesce ad avere risposte da troppi anni, ma sopratutto abbiamo chiesto al Ministro il perché di questo usurpo fatto quasi con un blitz, e fatto in piena emergenza covid gettando la popolazione nella paura più totale, anche sapendo di avere dentro ciò che rimane del nostro nosocomio depotenziato medici che gettano il cuore ogni giorno cercando di non guardare i problemi.

Nella missiva indirizzata al Ministro, c’è la richiesta su cosa ne pensa Lui della rotazione, visto che i tre ospedali galluresi sono accorpati; ormai bisogna provare a percorrere ogni strada per farsì che i nostri cittadini abbiano quel minimo di sicurezza, ma soprattutto la possibilità di esser curati in loco se arrivano in pronto soccorso, e di poter svolgere le visite nei poliambulatori che ci sono sull’isola in località Padule, basterebbe semplicemente cercare un compromesso tra sanitari, perché è inconcepibile vedere un malato oncologico fare km e ore di viaggio per poter fare la sua cura, non si può tollerare il disagio che ha, le spese che deve sostenere, e la fatica che fa per andare e tornare, bisogna intervenire… E SUBITO!

Detto ciò, noi non molliamo, e continueremo a stare con il fiato sul collo a tutti quelli che potrebbero cambiare la rotta di quest’isola, la nostra piccola parte stiamo cercando di farla, abbiamo un gruppo che cresce giorno dopo giorno, una raccolta di firme sia on line che cartacea, che anch’essa cresce giorno dopo giorno, quindi proveremo il tutto per tutto, per dare un futuro sereno a chi verrà, perché ormai della politica non ci fidiamo più, troppe promesse e pochi fatti.

Inoltre, chiediamo ancora una volta più attenzione per la nostra comunità, è necessario aiutare la Croce Verde/118 a risolvere i problemi non solo della sede pericolante in alcuni punti, ma ripristinare il banale e necessario ripristino dell’acqua all’interno dei locali assegnati, o con i lavori necessari per la normale manutenzione, al fine soprattutto di poter igienizzare e pulire giornalmente i mezzi di soccorso e la sede. Tutto ciò è una vergogna che dura da troppo tempo, soprattutto ora in piena emergenza covid.

Concludendo, nelle attuali consultazioni elettorali, ognuno è ovviamente libero di votare chi meglio crede, ma il nostro gruppo appoggerà – senza nessun esitazione – Dottor Stefano Cataldi – (Lista civica Annalisa Gulino) – medico al Pronto Soccorso di La Maddalena, da noi reputato uno dei migliori medici presenti sull’Isola, competente non solo in materia di emergenza/urgenza, ma anche nelle attività di direzione per le sue note eccellenti conoscenze in campo sanitario.”

Antonio Garau – Presidente

.

.

.