Attenzione ai funghi. La ASSL di Olbia raccomanda prudenza

.

OLBIA – La Assl di Olbia invita i consumatori di funghi a prestare la massima attenzione sulla raccolta dei funghi e contattare sempre il micologo dell’azienda prima di consumarli.

Nella tarda serata di venerdì, 16 ottobre scorso, una donna si è presentata al Pronto Soccorso di Tempio Pausania a causa di un “Agaricus pseudopratensis”, scambiato per prataiolo.

Stessa sorte è capitata sabato 17 ottobre, ad un sessantenne, che invece ha consumato “Agaricus Xanthodermus” e “Entoloma sinuatum” regalati da un amico. Anche in questo caso, corsa in ospedale (intorno alle 20) con sintomi a carico dell’apparato gastrointestinale, come vomito irrefrenabile, dolori addominali violenti.

Ieri, lunedì 19 ottobre, poco prima dell’1, una ottantenne è finita all’ospedale tempiese con sintomi a carico dell’apparato gastrointestinale, come vomito irrefrenabile, dolori addominali violenti, dopo aver consumato a cena un piatto di “Agaricus Xanthodermus” trifolati. Anche in questo caso si è seguito il protocollo da intossicazione alimentare.

Questi gli orari di apertura dell’Ispettorato micologico della Assl di Olbia:

  • DISTRETTO DI OLBIA – apertura al pubblico dalle ore 10:00 alle ore 13:00, il lunedì, Mercoledì e Venerdì, nei locali ubicati nella struttura sanitaria San Giovanni di Dio, con ingresso da via Borromini, (fronte ingresso Vaccini) – Tel. 0789-552153.
  • DISTRETTO DI TEMPIO PAUSANIA – apertura al pubblico dalle ore 15:00 alle ore 18:00, il martedì, mercoledì e giovedì, nei locali ubicati all’interno dell’Hospice in Via Limbara – Tel. 079 – 678333.

.

.

.