Ilvamaddalena. “Una punizione eccessiva al portiere Filinesi, basata su fatti lontani dalla realtà”

.

LA MADDALENA – A seguito della notizia apparsa ieri sul quotidiano La Nuova Sardegna, con quale si è appresa la notizia della squalifica del portiere dell’Ilvamaddalensa Enzo Filinesi – a 2 anni e mezzo da parte del giudice sportivo, sulla base del rapporto stilato dall’Arbitro nella gara di domenica scorsa – dalla sua pagina Facebook interviene Mauro Coppadoro.

Voglio esprimere, a titolo personale, tutta la mia solidarietà verso Enzo Filinesi. Che domenica ha sicuramente sbagliato – certamente lo sa – e merita una severa punizione, su questo non ci piove.

Ma non quella decretata, che reputo assolutamente eccessiva, con una descrizione dei fatti che mi appare lontana dalla realtà vista sul campo.

E soprattutto, Enzo non merita la gogna mediatica alla quale viene sottoposto, sotto forma di commenti nei post delle testate regionali, ed addirittura con severe censure che arrivano da blog locali.

Enzo ha quarant’anni, una carriera strepitosa alle spalle, fatta dei sacrifici dei dilettanti, che alternano il lavoro a pesanti allenamenti e lunghe trasferte, con modestissimi rimborsi spese, ed è una carriera da onesto, leale e corretto calciatore, stimato da compagni ed avversari.

Ha sicuramente gestito male un attimo di nervosismo, ma trovo assolutamente fuori luogo il disprezzo espresso soprattutto da chi non c’era, da chi non ha visto, da chi non sa.

È facile stare accanto agli sportivi nei momenti del trionfo, dei tanti campionati vinti, delle pacche sulle spalle e dei “grande Enzo”, ed è ancora più facile, a quanto pare, abbandonarli nel momento della difficoltà.

Io penso invece esattamente il contrario, che sia in questi momenti che un ragazzo, uno di noi, abbia bisogno del massimo sostegno. Forza ENZO!

(Mauro Coppadoro)

.

.

.