.

CAGLIARI – Finisce 1-1 la sfida tra Cagliari e Udinese nella tredicesima giornata del campionato di Serie A. Alla Sardegna Arena va a segno prima Lykogiannis nel primo tempo con una prodezza su punizione. Nella ripresa, Lasagna trova il pari per gli ospiti.

FORMAZIONI – Per la sfida casalinga mister Di Francesco manda in campo Cragno, Zappa, Godin, Carboni, Lykogiannis, Marin, Rog, Nandez, Joao Pedro, Sottil e Pavoletti. Luca Gotti risponde con Musso, Becao, Bonifazi, Samir, Larsen, De Paul, Walace, Pereyra, Zeegelaar, Delofeu e Pussetto.

Direzione di gara affidata all’arbitro Piccinini.

PRIMO TEMPO – Il match inizia all’insegna del dinamismo, con le squadre che provano a fare entrambe possesso e a colpire in velocità.

Le occasioni però latitano, eccezion fatta per un paio di incursioni friulane in area con Pussetto e Deulofeu, con Cragno e la difesa che fanno buona guardia.

Poco prima della mezzora, però, il Cagliari trova il vantaggio. Rog conquista una posizione ai 30 metri, che Lykogiannis trasforma poi con un gran sinistro su cui Musso non può nulla.

Accusato il colpo, l’Udinese prova a reagire e si getta in avanti, ma la retroguardia sarda riesce sempre a cavarsela.

Al 38′ si vede Sottil: tiro da lontano insidioso, Musso si oppone. Stesso copione dall’altra parte: tentativo da fuori di De Paul, Cragno para a terra.

Si va al riposo con i rossoblù in vantaggio.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa gli ospiti partono con il coltello tra i denti e arrivano subito alla conclusione, con Bonifazi, sugli sviluppi di una punizione: Godin si mette in traiettoria e salva la porta di Cragno.

La partita si gioca sempre all’insegna dell’intensità. Ci prova Pussetto di testa: fuori di poco. Ci prova Nandez sfondando a destra: Musso respinge. Poi protagonista è Cragno, che neutralizza un tiro di Deulofeu.

Al 57′ gli ospiti acciuffano il pari: Pussetto lancia Lasagna – appena entrato proprio al posto di Deulofeu – sul filo dell’offside. L’attaccante davanti a Cragno non sbaglia e infila l’1-1.

Di Francesco allora prova a cambiare, passando alla difesa a tre. Dunque fuori Pavoletti e dentro Ceppitelli, con Lykogiannis e Zappa liberi di giocare più avanzati sugli esterni.

I frutti del cambio modulo si vedono subito: Lykogiannis dal fondo mette in mezzo per Joao Pedro, ma la zampata del brasiliano viene disinnescata da Samir. Stesso copione qualche minuto dopo, con Joao che non trova la deviazione per un soffio.

A 12 minuti dalla fine DiFra gioca la carta Simeone, dando respiro a Sottil. Poi altre due sostituzioni: fuori Joao Pedro e Rog, dentro Pereiro e Oliva.

Negli ultimi minuti entrambe le squadre tentano a portarla a casa. Nel recupero l’occasionissima è però del Cagliari: Pereiro serve in area Simeone, ma il Cholito va a vuoto davanti a Musso.

E’ l’ultima azione: al triplice fischio il tabellone recita 1-1.

(L’Unione Sarda)

.

.

.