La pista ciclabile la farà il Comune. Gulino: “Bene, ma è un progetto che parte nel 2017 dal mio assessorato”

.

LA MADDALENA – Alla notizia pubblicata in questi giorni – sul quotidiano La Nuova Sardegna (vedi) – sul progetto della pista ciclabile nel percorso tra Piazza Comando e l’Isola di Caprera, siglato in questi giorni tra il sindaco Fabio Lai e il Presidente Fabrizio Fonnesu, interviene la consigliera di minoranza Annalisa Gulino – (ex assessore all’Urbanistica della precedente amministrazione) – che intende precisare – per giusto dovere di cronacache questa apparente novità di oggi, fatta passare a furor di cronaca come una nuova opera da medaglietta al petto, è in realtà un progetto già in itinere da quattro anni prima – (Vedi).

L’iter per l’avvio del progetto della Pista Ciclabilespiega la consigliera Annalisa Gulino in una nota ben articolata –  inizia proprio nel 2017 con un finanziamento di poco meno di 2 milione concesso al Comune dalla Regione Sardegna – (assessorato alla Programmazione), attraverso l’Unione dei Comuni Gallura.

Il tracciato della pista parte da Nido d’Aquila fino al ponte di Caprera – (primo stralcio finanziato con 1 milione) – e proseguiva a Caprera con un secondo stralcio di un altro milione, poi non finanziato.

A settembre 2020 è stata consegnata la progettazione preliminare dell’intero tratto su La Maddalena e quella definitiva/esecutiva del tratto tra piazza Punta Chiara e Moneta.

Il 19 agosto 2020 e’ stato fatto un accordo Comune – Parco.

Nella giornata di mercoledì 19 agosto, si è svolto un importante incontro tra Comune e Parco per discutere di investimenti sul territorio. L’occasione è rappresentata dal Programma di interventi di efficientamento energetico, mobilità sostenibile, mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici degli Enti Parco Nazionali. Si tratta di circa 3.000.000 di Euro che il Ministero dell’Ambiente mette a disposizione del territorio dell’Arcipelago, per realizzare interventi volti ad affrontare la sfida dei mutamenti climatici.

Questi fondi, analogamente a quanto avvenuto lo scorso anno, e per un importo simile, verranno veicolati su alcune azioni riguardanti il tema del cambiamento climatico. La novità, rispetto allo scorso anno, è rappresentata dalla sinergia tra Parco e Comune, favorita dalla struttura stessa del bando.

L’incontro preliminare tra uffici tecnici e amministratori dei due Enti ha consentito di tratteggiare un accordo per far combaciare alcune azioni che il Parco intende avviare, con azioni analoghe che il Comune ha già avviato per parte sua.

I tre ambiti su cui si intende intervenire sono:

  • Efficienza energetica degli edifici scolastici
  • mobilità sostenibile e viabilità eco compatibile
  • tecnologia finalizzata alla prevenzione del pericolo di incendi

Si tratta di una sinergia di cui il territorio dell’Arcipelago ha assoluto bisogno, facilmente condivisibile all’interno di una visione di lungo termine, svincolata dalle pur legittime valutazioni di natura politica che ogni cittadino ha il diritto-dovere di coltivare.

Per il Comune erano presenti l’Architetto Marco Dessole e gli Assessori Annalisa Gulino e Claudio Tollis. Per il Parco, il Direttore Zanelli, l’Architetto Urban e, su delega del Presidente Fabrizio Fonnesu, i Consiglieri Esposito e Ronchi.

Un iter lungo ed impegnativo partito nel 2017, a cui ho sempre creduto e su cui ci siamo molto impegnati.

Ora, ben  venga l’intenzione da parte dell’attuale amministrazione, in collaborazione con il Parco, di proseguire su questa strada e portare avanti una importante opera pubblica che potrà certamente dare lustro al nostro paese.”

Quindi… ora c’è solo da stabilire a chi andrà conferita la Medaglia al Valore Atletico?

.

.

.