Prevalenza di sole, ma in arrivo aria fredda. Poi torna il bel tempo

.

A Pasquetta soleggiato

.

IL METEO – Per domani, lunedì 5 aprile Pasquetta, tempo soleggiato in quasi tutta Italia. Qualche annuvolamento più significativo in Liguria, alta Toscana, Calabria e Isole maggiori, con qualche locale pioggia o rovescio solo nei settori nord e ovest della Sicilia. In serata tendenza a un peggioramento sulle Alpi di confine e nella notte sulle regioni di Nord-Est con il ritorno di piogge e rovesci, ma anche di nevicate a quote relativamente basse.

Temperature minime in ulteriore leggero calo. Massime stazionarie o in leggera ripresa, eccetto in Sicilia e Calabria dove subiranno un calo: valori perlopiù compresi fra 15 e 20 gradi. Venti in temporaneo indebolimento, ma nuovamente in rinforzo a fine giornata. Mari poco mossi o localmente mossi.

Dalla giornata di mercoledì 6 aprile, però, vedremo un clima invernale con parecchio vento. Sarà soleggiata nelle regioni di Nord-Ovest ma con nuvolosità sparsa altrove, più diffusa e insistente sul medio Adriatico e al Sud. Tempo a tratti instabile con qualche pioggia o nevicata nelle zone interne del Centro, specie tra Abruzzo, Molise e basso Lazio, in Campania, Basilicata e Calabria; quota neve sui rilievi intorno ai 900-1200 metri, in graduale calo anche in Calabria fino a 1200 metri in serata; possibili locali piovaschi nel Salento e nel nord-est della Sardegna, deboli nevicate sull’Alto Adige nord-orientale.

Clima freddo e di stampo invernale. Ventoso al Nord-Ovest per venti a tratti intensi di Foehn e al Centro-Sud per venti di Maestrale fino a tesi o forti su Sardegna e Sicilia; venti per lo più deboli al Nord-Est.

Nei giorni successivi torna il bel tempo. Infatti è previsto il rinforzo dell’alta pressione che garantirà diverse giornate di tempo stabile e soleggiato con venti settentrionali in attenuazione e temperature in graduale rialzo. Nel corso del fine settimana l’alta pressione potrebbe indebolirsi e permettere a una perturbazione atlantica di raggiungere l’Italia, ma si tratta di una tendenza ancora da confermare.

.

.

.