Prosegue incessante l’attività ambientale di “Un Arcipelago senza Plastica”

.

LA MADDALENA – Nel solo mese di agosto i volontari di “Un arcipelago senza plastica” hanno inoltrato 110 segnalazioni da parte di cittadini e delle persone che fanno parte del gruppo a tutti gli enti preposti.

E’ stato impedito prelievi di sabbia, evitato possibili incendi per barbecue in zone pericolose, prelievi di fauna e flora, occupazione di arenili, raccolta di ogni tipo di rifiuto da parte di singoli volontari anche sulle Isole di Spargi, Budelli e Santa Maria ecc. ecc.

Molte delle segnalazioni sono state girate agli enti competenti come l’Ente Parco, la Guardia Costiera e i Carabinieri Forestali, che sono intervenuti immediatamente evitando il peggio.

Intanto, nella giornata di sabato 28 agosto, alcuni volontari – (11 in totale), hanno dedicato alcune ore del loro tempo per ripulire alcune zone esposte al vento come Bassa Trinita, lo Strangolato, o prese di mira dagli umani come il Costone di Spalmatore e la Ricciolina.

   

Sono circa 800 i chilogrammi di ogni tipo di rifiuto recuperati e smaltiti presso l’Isola Ecologica di Moneta.

Ancora una volta dobbiamo ringraziare La Maddalena Ambiente srl, il volontario Luca Alfonso e coloro che hanno messo a disposizione il loro mezzi per il trasporto immediato dei rifiuti all’isola ecologica.

Il gruppo dei volontari si augura maggiore collaborazione da parte dei residenti per evitare che l’Arcipelago perda la sua bellezza a causa degli abusi che si registrano ogni giorno nell’ambiente.

Un arcipelago senza plastica

.

.

.