Proteste Green Pass e No Vax. Scarsa l’affluenza nelle varie Stazioni d’Italia. A Napoli c’erano solamente 2 manifestanti

.

ROMA(ansa) – I manifestanti si sono dati appuntamento in 53 città: l’obiettivo annunciato era quello di bloccare i treni, ma la situazione, sotto controllo, si è rivelate a bassissima affluenza. 

Si sono così concluse senza tensioni la varie manifestazioni No vax nei vari centri d’Italia, annunciati nei giorni scorsi dalle varie associazioni.

I No vax napoletani disertano la manifestazione organizzata, come in altre città, davanti alla stazione ferroviaria di piazza Garibaldi. All’appuntamento era presente soltanto 2 persone: Raffaele Bruno, segretario del Movimento idea sociale, in compagnia di un’altra persona: “Siamo contro ogni forma di violenza, e sono qua non per bloccare treni o fare altro – ha spiegato sventolando una bandiera italiana – ma poiché siamo in uno Stato libero e democratico il vaccino non può essere obbligatorio“. No anche al Green pass perché limiterebbe la libertà di movimento dei cittadini. Dopo pochi minuti Bruno e l’altro manifestante hanno lasciato l’area della stazione ferroviaria presidiata dalle forze dell’ordine.

Alla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella di Firenze, c’erano solo una ventina di militanti. Tra loro uno aveva la stella di David sulla camicia. Allo scalo ferroviario c’erano molti uomini delle forze dell’ordine che hanno filtrato gli accessi. L’ingresso era consentito solo a chi aveva il biglietto ed è stato così impedito l’accesso ai dimostranti. 

A Torino due insegnanti senza Green pass sono state respinte dal preside ed hanno presentato denuncia ai Carabinieri. 

In tutte le Stazioni Ferroviarie, i controlli sono proseguiti senza disordini.

Insomma, gli avvertimenti della Ministra La Morgese che ha annunciato tolleranza Zero, hanno evidentemente fatto desistere molti manifestanti a partecipare alla grande giornata di protesta.

.

.

.